IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Punto Blu Savona, il rischio foto

Più informazioni su

Se dovete recarvi al Punto Blu di Savona, posizionato a Zinola nei pressi dei caselli autostradali di Savona, avete una gamma di scelte, potete andare a Spotorno , entrare in autostrada, pagare il pedaggio ed uscire a Savona, oppure andare ad Albisola , prendere anche lì l’autostrada e dopo aver pagato il pedaggio uscire a Savona.

Il tutto con un piccolo pagamento di pedaggio. A livello di principio, dover pagare un pizzo, anche se non molto elevato, alla società Autostrade per entrare in uno dei loro uffici, forse, non è molto corretto.

Quindi se siete attenti ai principi, allora dovete prepararvi al peggio, quindi allenarvi nello scatto di velocità, ed eventualmente ai cambi di direzione per evitare le auto o altro che escono dai caselli o vi arrivano, in questa performance anche la visione periferica a 160 ° ha una sua importanza nell’evitarvi di essere investiti.

punto blu savona

Chi arriva da Savona, infatti , senza uscire dai caselli, posteggia l’auto nell’area di servizio dell’autogrill, poi attento e guardingo come un incursore, si dirige verso il Punto Blu, percorrendo una terra di nessuno di circa 150 metri, dove da dieci corsie per altrettanti caselli , escono da levante o da ponente, in uscita e in ingresso, lo stesso automezzi, leggeri o pesanti, che potenzialmente potrebbero anche arrotare l’imprudente soggetto.

Questa la situazione che perdura da decenni. Chi ha deciso di installare gli uffici del Punto Blu in quel luogo, forse non aveva ben chiara la situazione del traffico, oppure era convinto di avere un traffico veicolare da Unione Sovietica come negli anni 50.
Da anni, invece, la circolazione sul quel tratto, è decisamente densa di mezzi che , dovrebbero, ma spesso non lo fanno, rallentare in ingresso o in uscita, e così facendo mettono in pericolo chi incautamente cerca di raggiungere gli uffici del Punto Blu, che a mio parere dovrebbero essere trasferiti in una zona molto più facilmente raggiungibile e soprattutto meno pericolosa.

Roberto Nicolick

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.