Scontro politico

Polemica a Noli, la minoranza diserta il Consiglio comunale

noli alto

A Noli i rapporti tra maggioranza e minoranza sono sempre stati difficili e certamente non se le sono mandate a dire. E così dopo l’abbandono dell’aula in occasione della discussione su Tari e rifiuti, altro “gesto estremo” dell’opposizione e del gruppo Semplicemente Noli che oggi ha deciso di disertare in toto il Consiglio comunale convocato per oggi alle 15:00.

“I consiglieri di minoranza del gruppo SemplicementeNoli hanno deciso di non partecipare all’odierno Consiglio Comunale convocato per le ore 15:00. I consiglieri ritengono che, al momento, non vi siano né il clima, né i presupposti per un sereno momento istituzionale e per un proficuo confronto politico” hanno affermato gli esponenti dell’opposizione in un comunicato.

Ma le ragioni dello scontro politico vanno avanti ormai da tempo e in tante occasioni non sono mancati attacchi diretti al sindaco nolese. “Impossibile avere un dialogo ed un confronto con questa maggioranza che cerca sempre di bloccare e boicottare le nostre proposte, non affrontando i problemi veri ed irrisolti della cittadina” afferma l’ex sindaco Ambrogio Repetto.

L’attuale esponente della minoranza incalza: “Negli ultimi tempi si è completamente deteriorata ogni possibilità di rapporto istituzionale nell’ambito dei reciproci ruoli, senza contare atteggiamenti e comportamenti discutibili (diffusi anche sui social) da parte del primo cittadino”.

“Il bilancio e la richiesta di inserire un aiuto ai tanti disoccupati nolesi, altre misure decisive per i cittadini varate senza confronto (e sulle quali volevamo dei veri e propri question time), infine gli orari assurdi dei Consigli comunali, alle 15:00, che certo non favoriscono la partecipazione. Su questo e su altro auspichiamo che sindaco e maggioranza diano risposte e non prendano ancora in giro i nostri cittadini” conclude Repetto.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.