IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Danni alluvionali, il Pd ribatte all’assessore Mai: “Ammetta le sue responsabilità”

Liguria. “Un Mai imbarazzante, in risposta alla nostra denuncia sulla mancata richiesta dei fondi per le aziende agricole liguri alluvionate, ha di fatto ammesso di aver perso i soldi. Ma invece di scusarsi sostiene che tocchi a noi recuperarli attraverso la Legge di Stabilità. Il nostro impegno, naturalmente, ci sarà perché intendiamo fare di tutto per aiutare le aziende liguri rimaste a bocca asciutta a causa degli errori della Regione. Mai con queste parole, però, conferma la nostra denuncia”. Così i consiglieri regionali del Pd ribattono alle dichiarazioni dell’assessore regionale Stefano Mai sui danni alluvionali per le imprese agricole.

“E’ molto grave che l’assessore provi a sostenere che ci sia una responsabilità dell’amministrazione precedente. Mai mente sapendo di mentire. Fino a che c’è stata la Giunta Burlando le regole erano diverse e non c’erano neppure i soldi a livello nazionale per l’agricoltura”.

“I nuovi parametri del Governo Renzi che hanno consentito il ristoro delle spese agricole attraverso la Scheda C con relativi finanziamenti (1,5 miliardi di euro) risalgono al dicembre 2015, con Toti e Mai imperanti. Questa è la verità, il resto sono maldestri tentativi di buttar la palla in tribuna. Lo dimostrano anche i carteggi che abbiamo acquisito agli atti, in cui la Protezione Civile nazionale indica espressamente alla Regione Liguria di chiedere le risorse attraverso la nuova procedura prevista dalla Legge di Stabilità 2016” concludono i consiglieri regionali del Pd.

Gli fa eco anche l’onorevole del Pd Franco Vazio: “E’ incredibile la risposta dell’assessore Stefano Mai sul caso delle imprese agricole alluvionate. Da un lato ammette che il finanziamento per il risarcimento dei danni sui fondi della Protezione Civile è sfumato, ma dall’altro dice che non esiste il problema: forse per le sue tasche non ci sono problemi, ma non è certo così per quelle delle imprese agricole della Liguria”.

“L’assessore Mai dimostra ancora una volta una superficialità disarmante; cosa c’entrano la precedente Giunta e Raffaella Paita se la norma che ha consentito la risarcibilità dei danni è stata inserita con la Legge di Stabilita per il 2016 (art. 1, commi 422-428) e se c’era tempo per integrare le  domande di richiesta danni sino al 27 luglio di quest’anno” aggiunge.

“Mente sapendo di mentire e lo fa anche malamente. Ora Mai si occuperà della legge di stabilita per l’anno 2017? Speriamo di no visto la sua competenza e la sua efficacia. Inizi invece a riconoscere gli errori fatti, altrimenti la strada sarà ancora più in salita; anche per quelli come noi che ci stanno provando davvero a far sì che le aziende agricole liguri danneggiate ottengano i risarcimenti” conclude Vazio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.