Il giallo del piper

Aereo “sequestrato” in Albania, tempi lunghi per la restituzione del Piper sotto sequestro fotogallery

E' in attesa di riscontri anche la direzione dell'aeroporto Panero da dove era decollato il velivolo

guido andrea guidi

Villanova d’Albenga. A quasi una settimana di distanza dall'”incidente aereo” occorso al pilota Guido Andrea Guidi a bordo del “Piper Pa-32 Saratoga” di proprietà dell’Aero Club di Savona e della Riviera di Ponente è arrivata l’attesa risposta dell’Ambasciata Italiana al sodalizio che ha la propria sede all’aeroporto Panero di Villanova d’Albenga.

Ecco la risposta alla pec scritta dall’avvocato Andrea Saccone che tutela gli interessi del club. “In merito alla sua richiesta – scrive l’Ambasciata a Tirana – la informiamo che questa Ambasciata è in contatto con le aulorità albanesi competenti per ricevere dettagliate informazioni circa la situazione del signor Guido Andrea Guidi che abbiamo chiesto di poter incontrare. Per quanto riguarda le procedure per la restituzione del velivolo, la Procura dei Reati Gravi di Tirana ci ha riferito che il velivolo è posto sotto sequestro fino a conclusione delle indagini. La Procura ha dlsposto che qualsiasi richiesta di contatto e/o di informazione relativa al caso debba avvenire per il suo tramite”. E nella email di risposta viene indicato l’indirizzo della Procura di Tirana che sta indagando sulla vicenda. L’Ambasciata, attraverso il cancelliere amministrativo Giovanni Vullo, ha fatto sapere che è disponibile a fornire l’assistenza possibile.

Dunque non resta che attendere. Ma qualcosa, ad una settima dal rocambolesco incidente di Guidi, qualcosa si muove. Il “Piper PA-32 Saratoga” era precipitato giovedì mattina alle porte di Durazzo, in Albania.  “Quella del nostro aereo – ripete Mauro Zunino, presidente dell’Aero Club – è una vicenda dai contorni poco chiari”. E non vi sono certezze neppure sulla posizione di Guido Andrea Guidi, 68 anni, pilota milanese con alle spalle anni di esperienza e iscritto da almeno due e mezzo all’Aero Club. E’ in attesa di sviluppi anche la direzione dell’aeroporto “Clemente Panero” da dove il velivolo era decollato nella giornata di mercoledì scorso ed era atteso venerdì pomeriggio dopo tre scali a Cremona, Fano e Castel del Monte. A bordo dell’aereo c’è tutta la documentazione relativa alla proprietà del velivolo. “L’aereo è il nostro e vorremmo riaverlo”, conclude Zunino.  

Fonti non confermate sostengono che il pilota sia stato ingaggiato con un contratto da ventimila euro per trasportare 200 chilogrammi di marijuana. Gli inquirenti sospettano che quella di Guidi non sia stata una semplice escursione in Albania, come aveva inizialmente dichiarato alla polizia che l’aveva fermato dopo l’atterraggio d’emergenza su una striscia di terra battuta, in una zona usata dai narcos dei cieli”.

leggi anche
guido andrea guidi
Il giallo continua
Lettera dall’Aero Club di Savona all’Ambasciata in Albania: “Rivogliamo il nostro aereo”
aereo caduto in albania
Il giallo internazionale
Piper dell’Aero Club di Villanova caduto in Albania, spunta la pista dei “narcos”
aereo caduto in albania
Intrigo internazionale
Piper caduto in Albania, il presidente dell’Aero Club Zunino: “Nessuna notizia ufficiale, attendiamo chiarimenti”
guido andrea guidi
Mistero
Piper dell’Aero Club di Savona precipita in Albania, pilota coinvolto in un giallo internazionale
piper saratoga
L'intervento
Piper “sequestrato” in Albania, il presidente Zunino: “Ingiusto infangare il nome dell’Aero Club”
piper saratoga
Silenzio assoluto
Bocche cucite dall’Albania, il “Piper” dell’Aero Club di Villanova resta sotto sequestro

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.