IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toirano, giro di vite del Comune contro vandali e maleducati: “Troppe risorse spese per riparare i danni” fotogallery

L'amministrazione pronto ad avviare l'operazione "tolleranza zero"

Toirano. Giro di vite dell’amministrazione comunale nei confronti di quanti sporcano e danneggiano i parchi cittadini ed in particolare parco Rosciano, i giochi del quale nei mesi scorsi sono stati al centro di diversi atti vandalici.

Nel prossimo futuro l’apertura e la chiusura degli accessi al parco saranno regolate da un sistema automatico. Inoltre, l’area verrà dotata di un sistema di videosorveglianza in grado di individuare gli eventuali trasgressori che dovessero accedere al parco fuori dagli orari canonici o dovessero rendersi responsabili di illeciti.

L’obiettivo, come detto, è quello di punire quanti tengono comportamenti poco corretti e danneggiano e imbrattano l’area. Esattamente come è avvenuto la notte scorsa, quando alcuni ignoti si sono introdotti all’interno dell’area oltre l’orario di chiusura e, dopo aver consumato un gran quantità di alcolici, hanno abbandonato i vuoti sul prato e sulle panchine.

L’episodio ha mandato su tutte le furie il vice-sindaco e assessore ai lavori pubblici Giuseppe De Fezza: “E’ vergognoso ridurre un parco in questa maniera – dice – E’ vergognoso continuare ad intervenire con denaro pubblico che potrebbe essere speso per altre manutenzioni. Questa mattina ci ho portato i miei figli e con altri genitori abbiamo cercato di fare un po’ di pulizia ma dopo neanche mezz’ora siamo dovuti andare via in quanto ci sono vetri di bottiglie spaccate”.

“Mi rivolgo a coloro che hanno commesso questo scempio: il bene pubblico è di tutti e oltre ad essere usato da tutti va anche rispettato da tutti. Abbandonare bottiglie vuote con il cestino a un metro di distanza, lasciare mozziconi di sigarette per terra quando sono stati installati i posacenere, e sinonimo di pigrizia, maleducazione e menefreghismo, doti che nella vita vi faranno essere dei perdenti”.

Il sindaco Lionetti aggiunge: “A noi amministratori spiace dover amaramente constatare che non serve a niente la prevenzione. Purtroppo bisogna sempre e solo ricorrere alle sanzioni. Il rispetto dei regolamenti comunali è puntualmente disatteso, così è con gli accessi al centro storico, con la raccolta delle deiezioni canine, con la nettezza dell’abitato, con la pulizia dei terreni incolti. Poi arrivano le sanzioni pecuniarie e tutti si lamentano. A breve partirà il progetto ‘tolleranza zero’ e questo nell’interesse del paese e dei cittadini corretti”.

Oltre ad essere una questione di civiltà, il giro di vite è necessario per ridurre al massimo le sepse: “Questa amministrazione da sempre ha manifestato apertura ai consigli dei cittadini, trasparenza e ampia democrazia – prosegue De Fezza – Il problema è fare fronte ad un problema reale e diffuso, quello della mancanza di osservazione delle norme, dei regolamenti e delle leggi. Le risorse economiche sono pochissime, ridotte all’osso. Rispetto al passato, Toirano si trova a dover fronteggiare le problematiche odierne di manutenzione con 150 mila euro in meno, un fondo di solidarietà che negli anni passati veniva erogato dal governo centrale di Roma, oneri di urbanizzazione non incassati a causa della crisi immobiliare (non si costruisce più e per tanto non si introita). Questi sono i problemi reali di Toirano e pertanto non ci possiamo permettere di sprecare denaro pubblico per manutenzioni dovute ad atti vandalici”.

Un esempio eclatante il rifacimento della copertura in ardesia della centrale termica nel parco e del rifacimento della linea di gronda in rame, oggi completamente distrutti e da rifare: “Se chi frequenta il parco ha notizie sui presunti vandali che danneggiano il bene pubblico, dovrebbe aiutare non l’Amministrazione, ma la comunità ad identificare i trasgressori. Non è protestando contro i regolamenti che si ottiene giustizia, ma denunciando i trasgressori”, conclude il vice-sindaco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.