IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona come Nizza, auto a 120 km/h tra la folla: “La gente vomitava dalla paura” fotogallery video

Le testimonianze della corsa impazzita della Ford Ka che ha rischiato di fare una strage sulla passeggiata savonese

Più informazioni su

Savona.La gente vomitava… Tutti urlavano e scappavano senza sapere cosa fare”. Parole forti, scioccanti, quelle dei testimoni che ieri sera si sono visti piombare addosso una vettura a folle velocità nella zona del Prolungamento a Mare di Savona.

polizia

Al volante di una Ford Ka, di colore grigio, un moldavo, Vasili Vartic, 32 anni, che ha imboccato il lungomare Tobagi, con l’auto che ha sfrecciato a 120 km/h in direzione di piazzale Eroe dei due Mondi. Dopo aver percorso la passeggiata dove ci sono chioschi e le giostre, una volta arrivato all’incrocio con corso Mazzini ha fatto una retromarcia a fari spenti e poi la sua corsa è finita in via XX Settembre, quando è stato bloccato e arrestato dalla polizia, con gli agenti che hanno evitato il linciaggio del conducente.

A parlare è uno dei giostrai del Prolungamento a Mare, che ancora a fatica per quanto visto e vissuto racconta quei drammatici momenti: “Stavamo davanti al monumento di Garibaldi, quando abbiamo notato la vettura arrivare una prima volta intorno ai 50-60 km/h, pensavamo avesse litigato con la ragazza… Ero con i miei figli, quando all’improvviso ho rivisto l’auto ritornare a quella folle velocità, vicino alla gente e ai bambini, con un mio collega che gli ha tirato anche uno sgabello, poteva fare una strage…”.

“Difficile ricordare e raccontare, è una cosa che pensavo potesse avvenire solo nei film… E tanta paura e tanto terrore non li avevo mai visti: spero che ora ci sia una pena davvero esemplare”.

“Non abbiamo capito il perché del folle gesto, sappiamo solo che è passato ad una velocità incredibile e che solo per un caso non ha ucciso qualcuno”.

Tante le famiglie e i cittadini presenti sul lungomare savonese che hanno assistito alla scena, con l’auto lanciata a folle velocità che è passata vicinissima ad un tappeto elastico dove stavano giocando dei bambini. Si sono vissuti momenti di vero panico, con il guardiano dei Bagni Savona costretto a far scattare l’allarme quando i passanti per sfuggire alla corsa della vettura hanno iniziato a calarsi dalla ringhiera della passeggiata per gettarsi nello stabilimento balneare.

“Mi sembrava quasi un’auto truccata dal rumore… poi ho visto la gente che scappava con il terrore negli occhi e i bambini piangere… C’era molta gente ed è andata bene. Sicuramente non ha voluto emulare quello che è successo a Nizza, mi hanno detto che era ubriaco su una vettura rubata, ma quanto successo dimostra anche la totale mancanza di sicurezza e controlli in questa zona di Savona” dice un altro giostraio, testimone della corsa impazzita dell’auto.

Una bambina con una mamma è arrivata da noi disperata… Altri erano tutti terrorizzati” dice il titolare di un bar a pochi metri di distanza dalla passeggiata che ieri sera si è visto arrivare nel locale i savonesi che stavano fuggendo dall’auto impazzita che sfrecciava sul lungomare. “Avevano paura che venisse anche qui, che sfondasse la vetrata… Ho cercato di tranquillizzarli fino a quando non è finito tutto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.