IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Assonautica e il Comitato della Madonnetta insieme per salvare la tradizione dei lumini in mare

Una tradizione che ha rischiato di perdersi perché la cera e gli stoppini non sono biodegradabili ed inquinano il mare

Savona. Quella dei lumini in mare è una tradizione che, a memoria dei savonesi, esiste da sempre. Posare un lumino in mare, affidargli un desiderio e vederlo allontanarsi tremolante tra le onde insieme a tutti gli altri lumini ognuno dei quali galleggia con il desiderio che gli è stato affidato è un’emozione alla quale è difficile rinunciare.

Una tradizione che ha rischiato di perdersi perché la cera e gli stoppini dei lumini non sono biodegradabili ed inquinano il nostro mare. “Quest’anno sembrava che fosse possibile reperire lumini biodegradabili ma, come ha dichiarato l’associazione bagni marini, ci sono stati problemi di approvvigionamento – ricordano da Assonautica – L’unica possibilità per non rinunciare ai ‘lumini in mare’ era quindi quella di attrezzarsi per il recupero degli stessi e gli stabilimenti balneari si sono impegnati a farlo. Il problema rimaneva per chi voleva mantenere la tradizione in una delle zone più suggestive del nostro litorale: la spiaggia della Madonnetta”.

“E’ spiaggia libera ma sono molte le persone chr ricordano come era quando il rio Termine divideva i mitici ‘Bagni Madonnetta’ dalla spiaggia delle ‘baracche’. Oggi esiste un comitato che cerca di difendere lo scoglio della Madonnetta e la sua spiaggia. Un modo per difenderla è anche quello di mantenere vive le sue tradizioni e, per non dover rinunciare ai lumini in mare, il comitato della Madonnetta si è rivolto ad Assonautica di Savona chiedendo l’assistenza di due imbarcazioni per il recupero dei lumini spenti a seguito della posa in acqua”.

“Le imbarcazioni che hanno effettuato l’assistenza sono state tre. Quando si tratta di tutelare il nostro mare l’impegno non è mai eccessivo. In questo caso Assonautica è particolarmente soddisfatta di avere collaborato con chi si prodiga per proteggere una meravigliosa spiaggia alla quale tantissimi di noi sono legati da ricordi”, concludono da Assonautica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.