Pietra Ligure, degrado nel sottopasso di rio Ranzi: mozione del M5S - IVG.it
Denuncia

Pietra Ligure, degrado nel sottopasso di rio Ranzi: mozione del M5S

Il MoVimento chiede di intervenire contro acque stagnanti e venditori abusivi

Pietra Ligure. “Su segnalazione dei cittadini e dopo una nostra verifica sul posto abbiamo consegnato oggi una mozione per il ripristino delle condizioni igieniche e del decoro riguardanti il sottopasso di accesso alle spiagge del rio Ranzi”. Lo annuncia il MoVimento 5 Stelle di Pietra Ligure.

“Chiederemo inoltre in consiglio – proseguono – perchè se, come affermano i tecnici, quel sottopasso non è agibile vi siano collocati bidoni per l’immondizia che tra l’altro non soddisfano il fabbisogno né quantitativo né qualitativo; perchè si effettuano scambi commerciali con bancarelle adibite a mercato; perchè allora sono stati fatti dei lavori che permettessero il passaggio, compresa una passerella che potesse agevolare i portatori di handicap vista la rampa di ingresso altamente pericolosa”.

E ancora: “Perché visto la suddivisione in lotti dei lavori della passeggiata a ponente non si sia provveduto ad inserire come priorità l’ingresso esterno all’alveo del fiume ma si è preferito allungare per il secondo lotto la passeggiata, per capirci, sino ai bagni del fratello dell’ex Sindaco Luigi De Vincenzi lasciando le condizioni di accesso fuori norma e una passatoia, (non allestita dagli operai del comune ma dai bagnini stessi), che va dall’uscita del tunnel sino alla prima spiaggia che tra l’altro è di proprietà del comune, in condizioni pietose soprattutto per i disabili”.

Di seguito il testo integrale della mozione.

OGGETTO: Interventi urgenti di adeguamento sottopasso rio Ranzi

PREMESSO che Pietra Ligure ha una forte vocazione turistica dalla quale molti cittadini ricavano la loro sussistenza economica attraverso la quale pagano tributi alle casse comunali perchè vengano loro forniti servizi congrui, soprattutto per quanto riguarda il decoro urbano sia in termini estetici sia igienici.
TENUTO CONTO della situazione venutasi a creare alla foce del rio Ranzi con la continua stagnazione delle acque laterali alla pavimentazione in cemento provocata da una non adeguata opera di progettazione che provoca miasmi e degrada l’ambiente.
TENUTO CONTO inoltre dei cassonetti per il conferimento dei rifiuti che ad una mia serie di verifiche si sono rivelati in più occasioni strabordanti con molti rifiuti che necessariamente sono stati conferiti a terra e quindi non congrui in relazione al fabbisogno relativo alla numerosa utenza.
CONSIDERATO che il sottopasso è anche occupato da venditori di merci varie in un luogo dove la vendita o commercializzazione di prodotti non è concessa

IL CONSIGLIO COMUNALE IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

1) Ad intervenire con urgenza per sopperire in modo adeguato alla situazione venutasi a creare alla foce del rio Ranzi garantendo ai cittadini decoro e igiene con una la messa in opera adeguata che non permetta la stagnazione delle acque;
2) A provvedere affinchè vengano posti adeguati cassonetti per la raccolta differenziata in proporzione al fabbisogno;
3) Ad effettuare controlli periodici per verificare che non vi siano venditori ambulanti a commerciare in modo illeggittimo.

leggi anche
rio ranzi
Preoccupazione
Sottopasso rio Ranzi, il sindaco di Pietra incontra i vertici liguri di Rfi: “Pesante ritardo nei lavori”
rio ranzi
Rinvio
Sottopasso rio Ranzi a Pietra, stop al cantiere: i lavori proseguiranno dopo l’estate

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.