L'ambulanza non passa alla Canottorace, ristoratore di Alassio denunciato dai vigili - IVG.it
Il caso

L’ambulanza non passa alla Canottorace, ristoratore di Alassio denunciato dai vigili

Accertato che i tavolini erano "abusivi", per il titolare è scattata una segnalazione per occupazione del suolo demaniale

canottorace alassio

Alassio. Per i soccorsi dell’ambulanza rallentati la settimana scorsa alla “Canottorace” ora arrivano i guai per un ristoratore di passeggiata Grollero che è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Savona per occupazione abusiva del suolo demaniale.

L’ambulanza che doveva prestare soccorso ad uno dei membri degli equipaggi durante la gara goliardica è stata “stoppata” dalla presenza di numerosi tavolini, sistemati sul lungomare a levante del pontile della Baia del Sole. I militi, coadiuvati dagli agenti della polizia municipale in servizio quella sera, hanno comunque raggiunto il ferito che aveva riportato una lesione ad un ginocchio durante le fasi della gara. Finito l’evento sono scattati gli accertamenti della polmunicipale coordinati dal comandante Francesco Parrella. Ed è così emerso che i tavolini e le  sedie non potevano occupare quella parte di strada perché prive di autorizzazione. A quel punto, così come prevede la normativa, è scattata la segnalazione all’autorità giudiziaria.

Non è la prima volta che purtroppo accadono cose del genere tanto che gli agenti della polizia municipale alassina, all’inizio della stagione estiva, avevano effettuato alcuni accertamenti sull’occupazione del suolo pubblico con altri ristoratori, in questo caso più a ponente, denunciati alla Procura della Repubblica di Savona.

leggi anche
canottorace alassio
La lettera
“Alassio è antituristica”, lo sfogo della ristoratrice denunciata per il caso dell’ambulanza “bloccata”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.