IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Galà della Lirica e della danza chiude il Noli Musica Festival

Più informazioni su

Noli. Sabato 27 agosto, alle ore 21, in Piazza Chiappella a Noli, il Terzo Gran Galà della Lirica e della Danza conclude il Noli Musica Festival 2016. La grande novità di quest’anno è la presenza, per la prima volta, dell’Orchestra. L’Orchestra del Noli Musica Festival, selezionata per l’occasione dalla direzione artistica del Festival.

“E’ il coronamento di un percorso che ha reso questo appuntamento sempre più centrale nel cartellone del Festival e amato dal pubblico che segue sempre con passione la grande lirica.
Perché di grande lirica si tratta”.

“Sul palco tre veri campioni della lirica internazionale” affermano dall’organizzazione dell’evento. Il soprano Linda Campanella, nolese e presenza costante ed amatissima del Festival, che vanta presenze costanti nei grandi cartelloni. Recentemente sul palco del Primar come Gilda nel Rigoletto, la Campanella inaugurerà fra poche settimane il Donizetti Festival di Bergamo con un recital con il celebre pianista Michele Campanella per volare successivamente in Giappone per concerti e la rappresentazione di Lucia di Lammermoor.

Il Mezzosoprano Sarah M. Punga considerata a livello mondiale una delle più eccezionali e avvenenti interpreti del ruolo di Carmen che Sarah ha già cantato anche all’Arena di Verona. Ospite “d’onore” della serata sarà il tenore Stefano Secco, uno dei più importanti tenori italiani al mondo. Davvero innumerevoli le sue presenza in tutti i grandi palcoscenici mondiali. In questi giorni è interprete del ruoli di Don Jose all’Arena di Verona, ma Stefano è ospite fisso della Scala, del Covent Garden, dell’Opera di Parigi. Proprio all’Opera di Parigi sarà nelle prossime settimane per interpretare, da protagonista, il ruolo di Hoffmann negli omonimi racconti di Offembach. Uno dei ruoli, in francese, più delicati e difficili che l’Opera affida a questo nostro vero campione.

Ma non dimentichiamo la danza: quest’anno è stata scelta una giovanissima ballerina che vanta già importanti segnalazioni e premi. Si tratta di Celeste Fameli Mathieu di soli 16 anni, talento luminoso del balletto che coreograferà alcuni momenti musicali.

Un programma di ouverture, arie duetti da Mozart a J. Strauss diretto dal Maestro Stefano Giaroli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.