Clandestino?

Vado, gli animalisti recuperano sulla spiaggia un esemplare di sterna arrivato su un traghetto

Dopo le cure dei primi giorni è stato avviato al centro di recupero di Bernezzo

Sterna Vado Ligure

Vado Ligure. I volontari della Protezione Animali savonese hanno recuperato una giovane e rara sterna sulla spiaggia di Vado Ligure. Si tratta del secondo recupero in poche settimane.

“Come avvenuto il mese scorso – dicono da Enpa – il volatile era in difficoltà sul bagnasciuga, poco distante dal molo d’ormeggio delle navi traghetto per la Corsica e la Sardegna, dove la sterna è abbastanza comune e che rappresentano il suo estremo areale di espansione nord. Ciò ha indotto i volontari dell’Enpa, affaticati da circa 400 recuperi nel solo mese di giugno di selvatici di diverse specie ma tutte comuni o prevedibili, a non scartare l’ipotesi di un ‘passaggio’ sfruttato da questi volatili, occasionali alle nostre latitudini”.

Dopo le cure dei primi giorni è stato avviato al centro di recupero di Bernezzo, dove è stato accolto dai pur molto esperti gestori della struttura con grande meraviglia.

“Il soccorso di questo raro volatile è, assieme ai numerosi altri, la risposta concreta alla difesa della biodiversità, tanto proclamata in convegni e riviste patinate ma poi, nella pratica, lasciata al lavoro di associazioni private di volontari; come, a Savona, solo la Protezione Animali, alle prese con un’attività impegnativa, svolta da mattina a sera da sempre poche persone, senza il sostegno di tanti animalisti, nonché della Regione Liguria, che per legge dovrebbe provvedere a questa importante funzione”:

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.