IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spotorno, all’Opera Pia Siccardi una nuova palazzina col benestare della Regione

Prevista la realizzazione di una nuova palazzina con 52 posti letto all’interno della struttura per anziani

Spotorno. Arriva l’ok della Regione Liguria il progetto per la realizzazione di una nuova palazzina con 52 posti letto all’interno della struttura per anziani Opera Pia Siccardi di via Verdi, a Spotorno. L’intervento, progettato dagli architetti Christiano Fornaciari e Federico Toso di Udine per conto del Gruppo Sereni Orizzonti che gestisce la residenza protetta, interessa un’area dii circa 2.000 metri quadrati a ridosso della ferrovia Genova – Ventimiglia, dove si intende costruire una palazzina a “T” di tre piani fuori terra per una volumetria complessiva di 7.000 metri quadrati.

Il Settore Ambiente della Regione, a conclusione di un’istruttoria completata nell’arco di due mesi, ha dato via libera all’intervento, con due sole prescrizioni. Una riguarda i limiti di rumorosità che dovranno essere assicurati, l’altra richiede una modifica progettuale per rispettare la fascia di inedificabilità di 10 metri dal letto di un corso d’acqua.

Al piano terreno della nuova struttura sono previsti l’accoglienza, spazi pubblici, servizi collettivi, l’ambulatorio medico e una palestra. Al primo e secondo piano saranno ospitati due nuclei residenziali indipendenti, ciascuno con 22 posti letto (11 camere doppie con servizi privati), cucina di servizio, sala da pranzo, salottini. A livello sottotetto, infine, saranno ricavate quattro camere doppie (8 posti letto) per persone autosufficienti.

La residenza Opera Pia Siccardi è una struttura socio-assistenziale residenziale che attualmente può ospitare 63 anziani non autosufficienti, parzialmente autosufficienti e ospiti psichiatrici stabilizzati. A gestirla è Sereni Orizzonti Srl, primario gruppo di servizi alla persona con sede a Udine, che gestisce in Italia 55 strutture (comprese alcune in costruzione) con 3.500 posti letto, 1.800 operatori e 80 milioni di investimenti programmati tra il 2015 e il 2020.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.