Il sigillo di Alessandro Arnaudo e Alina Roman sulla prima "Munta e... pasta!" - IVG.it
Vertical

Il sigillo di Alessandro Arnaudo e Alina Roman sulla prima “Munta e… pasta!”

Savona. Duemila metri di salita, duecento metri di dislivello positivo. Sabato 2 luglio si è svolta a Savona la prima edizione della “Munta e… pasta!”, vertical organizzata dalla SMS Tambuscio di Marmorassi in collaborazione con Outdoor Savona Activity e con la sezione Savona di Ari.

I concorrenti sono scattati ad intervalli cronometrati, a partire dalle ore 18. La vittoria è andata ad Alessandro Arnaudo, 34enne di Alba tesserato per la Castagnitese, con il tempo di 10’56”.

Seconda posizione per Giovanni Pesce (San Francesco) in 11’33”; terza per Giuliano Lagormarsino (Frecce Zena) in 13’07”.

Quarto si è classificato Fulvio Carbone (Cambiaso Risso) in 13’34”; quinto Edwin Cumbicus (libero) in 14’23”. Completano la graduatoria maschile Ernesto Fabbiani (Podistica Savonese) in 15’36”, Marcello Delfino (OSA) in 15’55”, Cristian Parodi (Solvay) in 16’08”, Andreino Boagno (libero) in 16’14”, Renato Solano (Maurina) in 16’39”, Paolo Nano (OSA) in 17’33”, Giovanni Ratti (OSA) in 20’58”, Franco Roccella (Podistica Valpolcevera) in 22’10”.

In campo femminile ha primeggiato Alina Roman, 38enne di Sassello tesserata per l’Atletica Varazze, con il tempo di 15’20”.

Seconda classificata Sara Piovano (Cambiaso Risso) in 15’52”, terza Milagros Beatriz Loayza Duenas (Atletica Varazze) in 16’49”, quarta Katty Miranda (libera) in 19’01”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.