Nuova protesta

Rinnovo contratto metalmeccanici, venerdì altre 4 ore di sciopero nelle aziende savonesi

Il segretario Fiom Andrea Pasa: "Sostegno al percorso per il riconoscimento di area di crisi complessa"

Fiom Cgil Savona

Savona. Anche in provincia di Savona non si fermano le iniziative per la riconquista del contratto nazionale di lavoro scaduto lo scorso 31 dicembre, con presidi e scioperi di quattro ore per ogni azienda, che saranno effettuati entro venerdì 22 luglio, scioperi e presidi che si accompagnano al blocco degli straordinari e delle flessibilità.

“Finora si svolti ben 16 incontri, ma le posizioni sono rimaste molto distanti. L’impegno dei sindacati metalmeccanici è oggi rivolto a un nuovo contratto nazionale, investendo sulla qualità del lavoro, con l’obbiettivo di giungere ad un contratto in grado di rinnovare qualitativamente le relazioni industriali, migliorare le condizioni di lavoro, tutelare l’occupazione, far ripartire gli investimenti e avviare una nuova politica industriale” sottolinea il segretario provinciale della Fiom Andrea Pasa.

“Il nodo principale è l’aumento salariale. La proposta formulata da Federmeccanica non riconosce al 95% dei lavoratori alcun aumento, rendendo così inutile e residuale il contratto nazionale. Inoltre e’necessario confermare il sistema su due livelli, con il ruolo generale del Ccnl sulle normative e sulla tutela del potere d’acquisto del salario, insieme alla qualificazione e all’estensione della contrattazione di secondo livello (aziendale e territoriale) per tutte le persone che lavorano nelle imprese metalmeccaniche”.

“Alla luce della drammatica situazione in cui versa da tempo l’industria savonese resa ancor più pesante dalle ultime vicende che riguardano le imprese metalmeccaniche più grandi della Provincia le iniziative delle quattro ore di sciopero saranno anche a sostegno del percorso che Cgil Cisl e Uil Savona hanno intrapreso con i ministeri competenti con l’obbiettivo di arrivare entro poche settimane al riconoscimento della nostra Provincia come area di crisi complessa” conclude Pasa.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.