Notte difficile

Loano, lascia la stazione per dormire su una panchina e si sente male: clochard soccorsa dalla Croce Rossa

La donna ha lasciato il suo "giaciglio" sul pavimento della sala d'attesa per andare a riposare su una panchina nel parco della locomotiva

Croce Rossa Loano

Loano. Il pavimento della sala d’attesa, la panchina del parco e poi la barella dell’ambulanza (anche se per pochi secondi). E’ questo il “tragitto” percorso la notte scorsa da una clochard che dimora nella zona della stazione di Loano.

Ieri sera la donna si è accampata all’interno dello scalo ferroviario con l’intenzione di trascorrervi la notte. Verso le 21, però, le proteste di alcuni viaggiatori (che non potevano transitare attraverso la porta di ingresso a causa della presenza della senza-tetto) l’hanno spinta ad abbandonare il suo giaciglio.

Dalla stazione, quindi, la donna si è trasferita su una panchina del parco di piazza Mazzini che ospita la locomotiva T3 di fabbricazione tedesca. Dopo alcune ore, però, la donna ha accusato un malore e così alcuni passanti hanno chiesto l’intervento del 118.

Sul posto è arrivata un’ambulanza della croce rossa di Loano, che ha subito accertato che il problema della donna era dovuto ad un abuso di alcolici. I militi le hanno consigliato di farsi visitare in pronto soccorso, ma la senza-tetto ha rifiutato il trasporto in ospedale.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.