Legge per gli eventi di rievocazione storica, Vazio: "Grande opportunità per il Palio di Albenga" - IVG.it
Sostegno

Legge per gli eventi di rievocazione storica, Vazio: “Grande opportunità per il Palio di Albenga”

Albenga, Palio dei Rioni: la giornata conclusiva

Albenga. E’ stata presentata la proposta di legge per la “promozione, valorizzazione e sostegno delle associazioni e manifestazioni di rievocazione storica”, “una grande opportunità di valorizzazione e di crescita per il Palio Storico di Albenga” annuncia il parlamentare savonese del Pd Franco Vazio.

“Questa mattina alle 11.30, alla presenza della Presidente della Commissione Cultura della Camera Flavia Piccoli Nardelli e del Presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani, nella sala stampa della Camera dei Deputati abbiamo presentato la proposta di legge, che mi vede tra i primi firmatari, per la “promozione, valorizzazione e sostegno delle associazioni e manifestazioni di rievocazione storica”.

“È stato fatto un lavoro di raccolta e di esame importante in cui il collega Marco Donati, primo firmatario della Pdl, ha profuso un impegno davvero eccellente. Per testimoniare l’importanza dell’evento e l’interesse suscitato dalla presentazione della proposta di legge, hanno voluto essere presenti anche i responsabili degli Stati generali della rievocazione storica, della federazione giochi storici e del consorzio europeo per la rievocazione storica” aggiunge ancora Vazio.

“Un mondo straordinario fatto di cultura e volontariato che genera aggregazione e turismo e che noi ad Albenga, con il nostro Palio Storico, conosciamo benissimo. Una proposta di legge per valorizzare, promuovere e sostenere cultura, arte, aggregazione e turismo; un patrimonio diffuso nelle grandi città e nei piccoli borghi del nostro magnifico Paese”.

“Il Palio Storico di Albenga, anche quest’anno organizzato in modo eccellente, non poteva iniziare sotto migliori auspici!” conclude Vazio.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.