Ferita gravemente

L’auto è in panne, lei scende e viene investita: terribile incidente in galleria sulla A10

La 38enne che era alla guida dell'auto è stata trasportata in codice rosso al Santa Corona e ha perso una gamba

Polizia stradale

Spotorno. L’auto è andata in panne e si è fermata in galleria, lei è scesa per recuperare il triangolo, ma è stata investita in pieno da un’auto che stava arrivando. E’ il tragico incidente che ieri sera, intorno alle 22,30, ha coinvolto un’automobilista di 38 anni sull’autostrada A10, all’interno della galleria Fornaci tra Savona e Spotorno.

Le condizioni della donna, P.S.C., di origini colombiane, residente a Vado Ligure, sono apparse subito gravissime per una brutta lesione alla gamba. Per soccorrerla sono intervenuti i vigili del fuoco, i medici del 118 e un’ambulanza della Croce Rossa di Savona. Una volta stabilizzata è stata accompagnata in codice rosso all’ospedale Santa Corona dove è stata sottoposta ad un intervento chirurgico, ma, purtroppo, i medici non hanno potuto fare nulla per salvarle la gamba che è stata amputata.

Ai drammatici soccorsi hanno partecipato anche gli agenti di una pattuglia della polizia stradale di Imperia che in quel momento stavano svolgendo un controllo nell’area di servizio di Valleggia e quindi sono arrivati in pochissimi minuti.

Al loro arrivo l’automobilista che ha investito la donna, un torinese del 1993, A.M., stava cercando di fermare la grave emorragia di sangue alla gamba con la cintura dei pantaloni.

Proprio la polizia stradale si è occupata dei rilievi ed ha ricostruito la dinamica dell’incidente. Secondo quanto accertato la trentottenne viaggiava sulla sua Ford Ka insieme ad un’amica quando la vettura si è fermata per un guasto. A quel punto la conducente ha indossato il giubbotto catarifrangente ed è scesa per posizionare il triangolo, mentre la passeggera si è messa sul marciapiede a lato della corsia.

All’improvviso è arrivata la Fiat Punto guidata dal ragazzo torinese che non è riuscito ad evitare l’impatto: ha investito la trentottenne che è rimasta schiacciata tra le due vetture (la Ka, sbalzata in avanti, ha anche colpito una terza auto che stava transitando sulla corsia di sorpasso, ma senza conseguenze) . L’investitore, come confermato da diversi testimoni, si è subito fermato per prestare soccorso e poi si è messo a disposizione dei poliziotti per aiutarli a ricostruire quanto accaduto.

Gli agenti della polizia stradale hanno accertato che non guidava sotto l’effetto né di alco né di droga. Il ragazzo, che guidava senza cintura, è stato poi accompagnato in codice giallo all’ospedale San Paolo per una botta alla testa. Per lui è scattato il ritiro della patenta, la sanzione per guida pericolosa e senza cintura, ma anche (in accordo con il pubblico ministero di turno Chiara Venturi) una denuncia a piede libero per lesioni gravissime.

Per consentire ai soccorritori di operare in sicurezza la polizia ha chiuso l’autostrada per una ventina di minuti e in supporto della pattuglia di Imperia sono arrivati i colleghi di Genova Sampierdarena.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.