IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Garlenda, si è chiuso il 33° Meeting Internazionale di Garlenda foto

Evento caratterizzato dalla grande attenzione al sociale – con numerose iniziative anche da parte di singoli soci e degli sponsor

Più informazioni su

Garlenda. La 500 storica sa volare alto nel cuore degli appassionati e degli Italiani tutti, tanto che per il gran finale del 33° Meeting Internazionale di Garlenda che si è concluso oggi – dopo un venerdì ed un sabato dal programma intensissimo ed addirittura un prologo giovedì pomeriggio – si è scelto come location l’Aeroporto Panero di Villanova d’Albenga.

Le vetture sono state schierate nello spazio alle spalle del terminal, dove è anche stato montato il palco con le ormai tradizionali “passerelle” per consentire alle 500 di salire e scendere. Un gruppo di cinquini è stato schierato in modo da formare il numero 60, per ricordare al mondo che nel 2017 si festeggerà il sessantesimo compleanno della mitica bicilindrica.

Una volta raggruppate anche le altre auto, i cinquecentisti hanno potuto assistere all’emozionante spettacolo di BMX Free Style del Cobra Team capeggiato da Alessandro Barbero e, dopo l’esecuzione degli inni europeo, italiano e giapponese a cura della BandaCorta, si è entrati nel vivo delle premiazioni, con spazio per le rappresentanze straniere e dei vari Coordinamenti. Spazio anche per i Ferves Ranger, le rare 500 fuoristrada, in occasione del cinquantesimo compleanno di questo particolare modello.

Alla presenza dei fiduciari per il Giappone Seiro Itoh ed Andrea Fortunato, l’omaggio al Paese del Sol Levante è venuto dalla simpatica Scuderia Annacatafoca guidata dal fiduciario della Costa Azzurra Marco Palermo. E in diretta via Skype c’è stato anche il collegamento con i soci Luca ed Andrea Bonventre, i ragazzi di BeRevolution, che sono giunti nei giorni scorsi proprio in Giappone con la cinquina Tarti, portando così a termine il loro grande viaggio a scopo benefico durato un anno.

Tra un brindisi con Asti Spumante DOCG e un morso ai biscotti a forma di cinquino della Cacciò – ormai due classici del Gran Galà di chiusura del Meeting – i cinquecentisti hanno anche avuto modo di incontrare le importanti aziende che sono state coinvolte nell’evento: Allianz, Bardahl, Beta e Rhibo.

Non è mancata la partecipazione del presidente nazionale dell’Unicef Giacomo Guerrera, accompagnato da Colomba Tirari, presidente del Comitato Unicef di Imperia, e numerose Pigotte (le bambole di pezza che permettono l’acquisto di kit vaccinali e di presidi sanitari indispensabili alla salute dei bambini) sono state consegnate come premi.

Un Meeting caratterizzato dalla grande attenzione al sociale – con numerose iniziative anche da parte di singoli soci e degli sponsor, a favore di Unicef, Ospedale Gaslini e Scuola Materna di Cajamanca (Perù) – ed importante occasione di vacanza per i partecipanti, che quest’anno come non mai si sono presentati all’appuntamento garlendese già dal venerdì mattina, intenzionati a godere appieno di tutto il programma dell’evento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.