Risposta

Gara per il polo museale di Albenga, Ciangherotti: “Le nostre sono perplessità comprensibili”

Continua il botta e risposta tra la Fondazione Oddi e il consigliere di minoranza di Forza Italia

Albenga - Palazzo Oddo

Albenga. Continua il botta e risposta tra la Fondazione Oddi e il consigliere di minoranza di Forza Italia Eraldo Ciangherotti a proposito della gara pubblica per la gestione del polo museale di Albenga.

Dopo la risposta di ieri della Fondazione, ecco ora la replica di Ciangherotti: “E’ fin buffa l’irritazione di Carlo Basso, presidente della Fondazione Oddi, che tenta di scaricare la sua attuale inerzia amministrativa sulle passate gestioni amministrative (quindi anche sulla sua, in epoca sindaco Tabbò)”.

“A noi risulta che a Palazzo Civico, su indirizzo della Fondazione Oddi, ancora nulla si sia fatto per la gara pubblica per l’affido della gestione del polo museale ingauno, nonostante da mesi il presidente Basso dica di aver iniziato le procedure”.

Prosegue il forzista: “Abbiamo appreso in consiglio comunale che sono state sottoscritte, dal presidente Basso con l’attuale gestore del polo museale, delle scritture private che ci paiono quanto meno surreali. Dagli organi di stampa, poi, per voce dello stesso presidente Basso, abbiamo saputo dell’utilizzo della cassa integrazione per alleggerire i bilanci della Oddi sugli stipendi dei dipendenti, pur essendo la Fondazione stessa interamente finanziata con soldi pubblici e quindi, come ente pubblico, stranamente assimilata ad azienda privata”.

“Tutto qui. Siamo fortemente perplessi ma altrettanto certi che nelle sedi opportune Carlo Basso saprà sgomberare il campo da ogni possibile dubbio”, conclude Ciangherotti.

leggi anche
Biglietto Unico Fondazione Oddi Albenga
Replica
Polo museale Albenga, gara pubblica: la Fondazione Oddi ribatte a Ciangherotti
torri albenga
Presa di posizione
Polo museale Albenga, Ciangherotti: “Finalmente a gara pubblica la gestione dei musei”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.