IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coop “Il Faggio”, bilancio in perdita per 4 mln: prosegue il piano di risanamento video

Il Cda: "Paghiamo i problemi finanziari accumulati nel tempo. I ricorsi di alcuni soci? Perderanno"

Savona. Il Consiglio di Amministrazione della Coop “Il Faggio” ha approvato il progetto di bilancio relativo all’esercizio 2015, che registra una perdita di 4 milioni di euro. “Sul 2015 pesano le difficoltà accumulate nel tempo – afferma il presidente Danilo Pisano -, mentre la trimestrale di marzo evidenzia un utile positivo di 450 mila euro”.

“Il Faggio sta scontando ancora i vecchi problemi finanziari, che hanno portato i soci a prendere consapevolezza e a percorrere la strada del Piano Triennale di risanamento composto da decurtazione, ricapitalizzazione e sacrifici” commenta Mattia Rossi, presidente provinciale di Legacoop, da gennaio entrato in CdA per lo sviluppo del Piano.

“La nostra forza sta nell’unità dei soci e nell’appoggio del sistema cooperativo, la strada verso la ripresa inizia a dare i propri frutti” aggiunge ancora Pisano.

Il Bilancio è disponibile presso la sede legale della Cooperativa, per la visione ai soci e sono in programma anche già due incontri: il primo, il 21 luglio, alle ore 16.30, rivolto alle persone della provincia d’Imperia, presso la sede di Via Foce, il secondo, in data 22 luglio, alle ore 16.30 presso la Sala punto Soci dell’Ipercoop di Savona. Ulteriori incontri potranno essere organizzati sui servizi ad esplicita richiesta di gruppi di soci che desidereranno approfondire direttamente determinati aspetti con il presidente Danilo Pisano e con il presidente di Legacoop Mattia Rossi.

“Stigmatizziamo come continuino atteggiamenti “distruttivi” da parte di alcuni soci, che oltre a non aver aderito al piano di risanamento ed all’aumento di capitale sociale, insistano nell’opporre decreti ingiuntivi per il recupero della tredicesima, dopo averne votato la rinuncia in assemblea. La consolazione amara di tali comportamenti, è che non andranno a buon fine, in quanto opporremo sicuramente ricorsi. Tali azioni, purtroppo, rischiano solo di arricchire studi di professionisti, a discapito degli sforzi economici dei soci” concludono Pisano e Rossi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.