Il 35° rally Valli del Bormida va ad Elwis Chentre e Fulvio Florean - IVG.it
Bandiera a scacchi

Il 35° rally Valli del Bormida va ad Elwis Chentre e Fulvio Florean

Albino Condrò e Ciro Lamura secondi con un minimo vantaggio su Danilo Ameglio e Massimo Marinotto

rally Valli del Bormida

Millesimo. Netto successo di Elwis Chentre e Fulvio Florean (Ford Fiesta R5 – New Driver’s Team) nella 35ª edizione del rally Valli del Bormida, organizzato dal Rally Club Millesimo.

Già vincitrice dell’edizione 2013 e per la prima volta in lizza con la vettura in configurazione R5, la coppia aostana-savonese ha dominato interamente la gara aggiudicandosi tutte e sei le prove speciali previste ed imponendo alla propria prestazione un ritmo sempre crescente.

Alle sue spalle, alla fine, dopo la revisione, effettuata dal collegio dei commissari sportivi, dei tempi imposti nella prima speciale, dove si era verificata una sospensione per un principio d’incendio ad una vettura concorrente, sono giunte due coppie imperiesi, Albino Condrò e Ciro Lamura (Peugeot 205 Gti), a 1’48″5, e Danilo Ameglio e Massimo Marinotto (Peugeot 106 – Racing for Genova Team), staccati di 1’49″7.

In quarta posizione finale si sono piazzati Alessandro Pettenuzzo e Daniele Araspi (Ford Fiesta R5 – Meteco Corse) che hanno preceduto i sorprendenti genovesi Alessandro Multari e Martina Balducchi (Citroën Saxo K10 – Provincia Granda Rally Club) e Fabrizio Bonifacino e Umberto Tesi (Mitsubishi Lancer Evo IX – Rally Club Millesimo), che si sono imposti in gruppo N dopo una bella battaglia con le analoghe vetture dei portacolori dell’Eurospeed Cortese-Moncada e Tarantino-Campanella, entrambi costretti al ritiro.

Nell’ultima prova speciale, a causa di una foratura, hanno perso diverse posizioni in graduatoria i locali Levratto e Vignolo (Renault Clio Super 1600 – Rally Club Millesimo), a lungo dietro a Chentre e a Pettenuzzo. Buon rientro alle gare, dopo 13 anni di inattività, per un altro portacolori del sodalizio organizzatore, Roberto Pellerino, al via con Valerio Varaldo e con una Peugeot 208 di classe R2, giunto nono assoluto.

Hanno concluso il rally 39 dei 59 concorrenti ammessi alla partenza. Tra le tre vetture storiche in gara successo della Peugeot 309 Gti di Billò e Mao (Provincia Granda Rally Club).

Il 3° Memorial “Gianni Florean”, messo in palio dalla famiglia del copilota savonese (sette volte vincitore al “Bormida”) per onorare la figura dello sportivo savonese e riservato all’equipaggio più giovane in gara meglio classificato, è stato vinto da Lorenzo Bonifacino e Luca Pischedda (Peugeot 106 – Rally Club Millesimo).

Di seguito il breve riepilogo della seconda metà di gara.

Prova speciale A4 “Santa Giulia” (km 11,8). Prosegue il monologo di Elvis Chentre (Ford Fiesta R5) che, migliorando lo scratch del primo passaggio, si aggiudica anche la quarta speciale. Nella sua scia, nell’ordine, si piazzano Pettenuzzo (Ford Fiesta R5), Ameglio (Peugeot 106), Condrò (Peugeot 205 Gti) e Multari-Balducchi (Citroën Saxo K10), staccati rispettivamente di 18”1, 21”, 21”6 e 30”5. Posizioni immutate al vertice della classifica provvisoria, con Chentre sempre leader su Pettenuzzo e Levratto e con Cortese-Moncada (Mitsubishi Lancer Evo IX – Eurospeed) passati a condurre in gruppo N.

Prova speciale B5 “Santa Giulia” (km 6,7). Chentre e Florean abbassano ancora il tempo del primo passaggio e vincono anche la quinta prova precedendo Ameglio, Condrò, Multari e Pettenuzzo, regolati rispettivamente di 9”7, 10”3, 15”3 e 17”1. Ad una prova dal termine Chentre ha saldamente la gara in mano con un vantaggio di 1’15” su Pettenuzzo e di 2’03”7 sul locale Levratto; in gruppo N, a fronte del ritiro di Cortese per la rottura di un braccetto della sospensione, la leadership passa a Bonifacino.

Prova speciale C6 “Montenotte” (km 15,0). Chentre vince anche l’ultima speciale, migliorando ancora il tempo del passaggio precedente e, imponendosi in tutte le sei prove, si aggiudica la gara. In prova precede Ameglio, Condrò e Multari, staccandoli rispettivamente di 25”7, 26”7 e 33”4. Ps fatale a Levratto, che fora una gomma, esce con il 13° tempo e perde la terza posizione assoluta in graduatoria finale. Dove Chentre e Florean chiudono con il tempo totale di 47’09”3 precedendo Pettenuzzo-Araspi, Condrò-Lamura, Ameglio-Marinotto, Multari-Balducchi di 3’30” e i locali Bonifacino-Tesi di 3’31”6, che si impongono in gruppo N.

La revisione finale dei tempi imposti nella prima prova speciale, effettuata dal collegio dei commissari sportivi, rivoluziona il vertice della graduatoria finale assegnando a Condrò e Lamura il secondo scalino del podio, a 1’48”5, il terzo ad Ameglio e Marinotto, staccati di 1’49”7, e il quarto a Pettenuzzo e Araspi, in ritardo di 2’00”3; posizioni immutate per Multari e Balducchi staccati di 3’30” e per Bonifacino e Tesi, primi del gruppo N.

Foto Silvia Morello.

leggi anche
  • Starting list
    Sessanta vetture in lizza al 35° rally Valli del Bormida
    Amerio - Piovano_Bormida
  • Motori
    Il rally “Valli del Bormida” cerca il successore di Jacopo Araldo e Lorena Boero
    Araldo al Bormida
  • Automobilismo
    Valli del Bormida, pronto al via Andrea Ferrari
    rally andrea ferrari
  • Rally
    Fulvio Florean atteso protagonista al Valli del Bormida
    Florean
  • Motori
    Tempo di iscrizioni al 35° rally Valli del Bormida
    rally Valli del Bormida
  • Motori
    Il 35° Valli del Bormida porta i suoi tifosi in Corsica
    Bormida 2015
  • Ci siamo!
    Rally Valli del Bormida, 59 le vetture al via
    Bonifacino - Tesi
  • A metà gara
    Rally Valli del Bormida: Chentre e Florean subito davanti a tutti
    Chentre

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.