IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona Rugby, il sogno degli Under 10 diventa realtà: campioni regionali fotogallery

Gli aquilotti centrano un inaspettato traguardo

Savona. Una squadra e una società sportiva di provincia con budget bassissimo ma con voglia e passione infinita, un torneo con squadre blasonate storiche e forti, un tecnico (e il suo staff) silenzioso, sereno ma determinato, una vittoria della stagione 2015/16 che i bookmakers avrebbero dato 1 milione ad 1…

Non stiamo parlando del Leicester del presidente thailandese Vichai Srivaddhanaprabha e del tecnico Claudio Ranieri ma del Savona Rugby del più pasciuto ma non meno caparbio presidente Dario Ermellino e del tecnico Ulisse Becher e del suo secondo Annabelle “Babu” Piras, che giovedì 2 giugno in una delle culle del rugby ligure, lo stadio “Calcagno” di Cogoleto, in occasione della festa del rugby organizzata dalla Fir Liguria a conclusione della stagione agonistica, ha conquistato il titolo di campione regionale per la categoria Under 10 2015/16. Un altro importante riconoscimento regionale dopo la vittoria il mese scorso delle scuole De Amicis al torneo scolastico Ravano che ha portato per la prima volta il trofeo da Genova a Savona.

In una giornata che prevedeva pioggia e temporali, un sole inaspettato ha illuminato un giorno indimenticabile per gli aquilotti biancorossi e per tutto il movimento rugbistico e sportivo savonese.

Girone eliminatorio A: Savona contro Spezia, Savona contro Genova Rugby, Savona contro Province dell’Ovest “1”. Vinte tutte e tre le partite dagli aquilotti con zero mete subite e piazzamento al primo posto nel girone. Sul campo 2 il Tigullio Recco vinceva contemporaneamente il girone B mentre un’appassionante sfida all’ultima partita tra Cogoleto e Province dell’Ovest “2” sul campo 3 (in quello che possiamo definire il girone di ferro), assegnava alle Province il primo posto nel girone C per miglior differenza mete, alla fine di una partita combattutissima e finita 2-2 con il pareggio conquistato dal Cogoleto negli ultimi minuti, che non è bastato però per il piazzamento alla testa del girone.

Girone finale per il primo posto che metteva di fronte, quindi, le protagoniste della stagione: Tigullio Recco, Province dell’Ovest e Savona Rugby. Vinta la prima partita con gli squali del Recco, di fronte agli aquilotti si sono schierati gli orsi delle Province, che vanno in vantaggio subito con una meta che sorprende i biancorossi, che non possono ancora sapere che sarà anche l’unica che subiranno in tutta la giornata.

Ma negli occhi di questi bambini guidati dal capitano Giulio “Deva” Devasini e dal vicecapitano Emilio “Emi” Boraschi c’è una consapevolezza incredibile, nelle loro mani e nelle loro gambe giocate e azioni “da filmare”, come afferma qualcuno anche tra gli avversari (non è un’esagerazione è tutto normale, stiamo raccontando di rugby!), sulle loro labbra sorrisi.

Prima il pareggio, poi la seconda e la terza meta. Tre mete, tre come i fischi finali dell’arbitro che fanno esplodere di gioia tutti, allenatori, accompagnatori, giocatori, amici, genitori, fratelli e sorelle. C’è chi piange di gioia, chi per una testata all’ultima azione come Gregorio “Kattivik” Gibellini, che rimarrà immortalato nelle foto con il ghiaccio sulla testa. C’è tutto, senza dimensioni né limiti, come in un sogno, come quelli che si facevano tornando a casa dai tornei negli ultimi quattro anni, immaginando come sarebbe stato vincere, alzare una coppa, essere premiati, essere i primi.

Solo che questa volta è reale e prende forma quando il presidente della Fir Liguria Oscar Tabor chiama il Savona Rugby a ritirare la coppa come campione regionale Under 10 2015/16.

Non vi riportiamo commenti né interviste, lasciamo alla vostra immaginazione, ispirata da questo piccolo racconto, quanto di più bello possiate pensare, tra abbracci e strette di mano tra compagni ma anche avversari, che sono parte integrante del risultato ottenuto: da loro si è imparato negli anni studiando, osservando, giocando “con” e mai contro. E’ il rugby. E’ così. E’ meraviglioso. E infatti niente magnum di Crystal ma una lattina di birra molto agitata a innaffiare adulti e bambini. Tutti felici per i vestiti sporcati.

Un grazie quindi – dicono i dirigenti savonesi – da parte degli Under 10 ai compagni dell’Under 8 e dell’Under 12 che li hanno accompagnati negli allenamenti ed erano presenti a tifare e supportare, ai tecnici e a dirigenti tutti con un particolare grazie ad Ulisse Becher e naturalmente al presidente Dario Ermellino e alla società. Infine ai genitori e a Paola e Luigi, nostri grandissimi e insostituibili amici sponsor dell’Agenzia Marino Assicurazioni“.

“E poi – proseguono – un invito a chiunque, istituzioni, privati, amici, appassionati sportivi o semplici curiosi: il Savona Rugby c’è ed esiste per condividere con tutti e per essere aiutata da tutti coloro che vogliono condividere i nostri valori e i valori di questo sport. La nostra club house e il nostro campo sono in via Fontanassa a Savona, potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, potete avere informazioni direttamente al 3480761739″.

C’è un detto sportivo che dice che ‘le vittorie si costruiscono in allenamento e si raccolgono in gara’. Giovedì 2 giugno – concludono – al Savona Rugby Under 10 è successo proprio questo“.

Il Savona Under 10 ha giocato con Giulio Devasini (capitano), Emilio Boraschi (vicecapitano), Andrea Francioso, Francesco Calella, Pietro Garzoglio, Arianna Soldati, Davide Pertolotto, Tommaso Ferrando, Riccardo Valenza, Tommaso Galuppo, Gregorio Gibelini, Emilio Boraschi, Fabio Ciorra, Diaaa Elbably. Allenatori: Ulisse Becher, Annabelle Piras, Giacomo Devasini.

Per il Savona Under 8 sono scesi in campo Biagio Ferrentino, Daniel Forella, Nicolò Gaggero, Antonio Petricelli, Elia Rossi, Lorenzo Calcagno, Elia Agoglio, Alessio Napolitano, Nicolò Foffi. Allenatori: Riccardo Rossi e Andrea Gaggero.

La formazione del Savona Under 12: Luca Avondoglio, Andrea Bruzzone, Filippo Rossi, Giovanni Anello, Stefano Aversa, Bruno Beramaschi, Klay Chalen Sambrano, Matteo Cantarella, Nicolò Catarsi, Francesco Fossati, Lorenzo Ghione, Giacomo Giuliano, Lorenzo Incorvaia, Elia Orengo, Andrea Rapetto, Elias Vannoni, Gian Luca Gugno, Javier Aviles Barcosallen. Allenatori: Sara Essaber, Roberto Avondoglio, Mattia Bruzzone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.