Ilaria Cavo in un asilo di Savona, i genitori la fischiano: "Un comizio prima della recita, vergogna" - IVG.it
Autogol

Ilaria Cavo in un asilo di Savona, i genitori la fischiano: “Un comizio prima della recita, vergogna”

E la scuola scrive alle famiglie: "Pensavamo a una semplice visita, scusateci per la nostra ingenuità"

Savona. Un comizio in un asilo? Sembra incredibile, ma è quanto sarebbe accaduto ieri pomeriggio alle Ferro Franceri di Savona, stando al racconto di alcuni genitori. Protagonista dell’episodio è l’assessore regionale Ilaria Cavo, che aveva programmato una visita presso la scuola per un saluto prima dell’inizio della recita di fine anno. E che invece ha dovuto interrompersi a causa delle proteste.

L’assessore era a Savona per alcuni incontri istituzionali (come quello alla Campanassa) ed altri elettorali, legati al ballottaggio di domenica. In seguito ad un incontro tecnico in Regione la decisione di recarsi a visitare la struttura, approfittando della presenza a Savona proprio nel giorno della recita. L’assessore, però, accompagnata dal membro del consiglio di amministrazione dell’asilo Alessandro Venturelli, è arrivata con oltre venti minuti di ritardo, tra le proteste dei genitori che aspettavano impazienti l’inizio dello spettacolo.

Una volta arrivata ha iniziato il suo discorso, raccontando ai presenti le iniziative della Regione in merito alle scuole e alle famiglie; ma dopo pochi minuti è stata interrotta da alcuni genitori che, con toni anche accesi, l’hanno accusata di fare un “comizio” e le hanno chiesto di smettere per lasciar iniziare la recita. Quando Cavo si è difesa dall’accusa (“non è un comizio, io sono qui in veste istituzionale”) un coro di dissenso l’ha costretta ad interrompersi e chiudere l’intervento. L’assessore si è quindi seduta in platea, abbandonando la sala circa 20 minuti dopo.

L’accusa nasce ovviamente dalla situazione politica savonese, con il ballottaggio di domenica: Cavo rappresenta il centrodestra e sostiene Ilaria Caprioglio, così come Venturelli, a sua volta candidato nella lista civica. Venturelli è inoltre uno dei ‘papabili’ assessori in caso di vittoria, tanto che è stato scelto da Caprioglio tra i 5 collaboratori per il “Duello” organizzato da IVG mercoledì sera. Sebbene Cavo non abbia mai nominato Caprioglio o il voto di domenica, inevitabile per alcuni genitori (soprattutto quelli simpatizzanti per Battaglia) vedere nella visita un tentativo “elettorale” di far guadagnare consensi alla candidata del centrodestra.

Generica

E il malcontento dei genitori è stato tale che questa mattina la scuola ha lasciato a ogni famiglia una lettera per scusarsi. Una lettera dura: “Le maestre – dice il testo – chiariscono di essere state informate esclusivamente di una visita istituzionale […] ci scusiamo per quanto successo, per l’attesa e per la nostra ingenuità”. A rincarare la dose ci pensa, con una aggiunta a penna, la vicepresidente Suor Paola Trucco: “Sottolineo di essere stata sorpresa – scrive – dall’iniziativa del consigliere di amministrazione riguardo alla ’visita’ dell’assessore regionale, che avrebbe dovuto, secondo noi limitarsi ad un saluto di fine anno scolastico”. Lettera che dopo pochi minuti è giunta alla redazione, inviata da alcuni genitori infuriati: “Era una recita – racconta una mamma – abbiamo dovuto anche aspettare tra bambini urlanti e lei voleva anche attenzione tutta stizzita”. E un papà rincara: “Io, nel fare attendere bambini di 3-4 anni per raccattare 4 voti, di civiltà ne vedo poca”.

Generica

Il consigliere di amministrazione Alessandro Venturelli giustifica così l’accaduto: “Ho pensato di ‘approfittare’ della presenza dell’assessore a Savona nel giorno della recita di fine anno per far conoscere la scuola Ferro Francesi al rappresentante dell’ente che eroga i fondi per l’istruzione. La visita è avvenuta in seguito all’incontro in Regione per affrontare alcune problematiche della scuola che, ospitando quasi cento bimbi tra nido, primavera e infanzia, è la più grande realtà privata della città. Mostrarle la scuola in una occasione di festa non poteva che essere positivo per il futuro delle Ferro Franceri“.

“E’ stata una scelta compiuta unicamente nell’interesse dell’asilo che rappresento – chiarisce Venturelli – tanto è vero che l’assessore Cavo non ha tenuto alcun ‘comizio’, come qualcuno lo ha definito, ma si è limitata ad illustrare ai genitori quanto ha fatto la Regione per l’asilo ed in generale per le famiglie. Purtroppo credo che il malcontento sia arrivato unicamente dal ritardo, accumulato per via di altri impegni istituzionali, e dal caldo. La politica, come evidente, in questo caso non c’entra nulla, e mi dispiacciono eventuali fraintendimenti”.

leggi anche
Ilaria Cavo
Polemica elettorale
Ilaria Cavo all’asilo di Savona: “Nessun comizio, mia presenza dovuta ad invito”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.