IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Forza Italia e Lega Nord trionfano a braccetto: “Uniti si vince” fotogallery

"La Regione governa col centro-destra unito e Savona farà altrettanto. Ilaria sarà un grande comandante”

Savona. “La bandiera della Lega Nord a Palazzo Sisto fa effetto? A me fa solo piacere”. Così il segretario provinciale del Carroccio Paolo Ripamonti commenta la vittoria alle amministrative di Savona della coalizione di centro-destra.

Una vittoria che ha avuto la “benedizione” anche del leader della Lega Matteo Salvini, che per ben due volte si è recato a Savona per dare il suo sostegno all’aspirante primo cittadino Ilaria Caprioglio e a quello che sarà il suo vice-sindaco, cioè Massimo Arecco: “Nelle due volte che è venuto a trovarci – dice Ripamonti – Salvini ha dato un segnale incredibile e questa città ha risposto. Ci ha chiamati subito dopo la vittoria. Si è complimentato con noi, ha detto che siamo stati bravissimi. Ci ha concesso di festeggiare questa sera ma da domani al lavoro a testa bassa”.

E quindi, come detto, ora la bandiera della Lega sventola su Palazzo Sisto: “Fa un effetto positivo. Dove governiamo lo facciamo bene. Siamo persone serie, potremo dare il nostro contributo. E abbiamo un valore aggiunto assoluto che si chiama Ilaria Caprioglio”.

La nuova giunta savonese parcherà anche “leghista”: “Questa vittoria conferma la bontà del modello Liguria. La Regione governa col centro-destra unito e Savona farà altrettanto. Ilaria sarà un grande comandante”.

Non meno soddisfatto è il coordinatore provinciale di Forza Italia Santiago Vacca, che quasi non ci crede: “Prima del primo turno era difficile credere ad una vittoria – spiega – Dopo aver battuto il Movimento 5 Stelle abbiamo iniziato a crederci. Il candidato ha fatto tanto, Ilaria è stata veramente brava nell’interpretare. Ha capito quale era la richiesta di cambiamento dei cittadini di Savona e l’ha saputa interpretare. Loro hanno colto la sua volontà e le hanno dato riconoscenza col voto”.

Ilaria Caprioglio si è presentata da indipendente e supportata da una lista priva di simboli politici: “Non ho faticato ad andare a confluire verso un unico simbolo – dice Vacca – Credo che il centro-destra, anche in funzione dell’Italicum (che è un traguardo per tutti coloro che fanno politica), abbia necessità di unione e di tare insieme. Soprattutto, Lega Nord e Forza Italia devono stare insieme in un’unica lista anche per cercare di vincere e governare questa nazione. In quell’ottica non ho faticato a lasciare il simbolo, perché dobbiamo governare la Regione, Savona, ma anche Roma”.

Savona è da sempre considerata una roccaforte di sinistra. Aver vinto, quindi, è forse per Vacca anche una soddisfazione personale: “E’ una soddisfazione aver ben lavorato con i savonesi. Noi di ponente abbiamo lavorato con loro, li abbiamo affiancati e abbiamo portato la nostra esperienza. Loro ci hanno messo la loro esperienza e le loro gambe. Insieme abbiamo vinto questa città. E’ un caposaldo che serve a tutti e che serve per dare la nostra parte come Liguria per vincere il governo nazionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ANTONIO MANTERO

    Il nuovo che avanza!
    Vaccarezza, Ripamonti, Rixi (quello dei rimborsi)il nipote di Scaiola, Toti l’unto di Belusconi, Viale dell’era Bossi.
    Povera Savona.