Pietra, tornano le "spiagge parlanti" contro l'abbandono di rifiuti e mozziconi - IVG.it
Fumetti vs. maleducazione

Pietra, tornano le “spiagge parlanti” contro l’abbandono di rifiuti e mozziconi

Si tratta di fumetti alti circa un metro che inseriti nella sabbia rappresentano le richieste di aiuto che la spiaggia lancia al visitatore

Pietra Ligure. Il Comune di Pietra Ligure ha deciso di rinnovare anche per l’estate 2016 l’impegno e la campagna di comunicazione contro l’abbandono di rifiuti in spiaggia.

“Nei giorni scorsi – spiega l’assessore all’ambiente Paolo Fontana – è stata confermata l’organizzazione per l’ordinaria manutenzione, relativa alla presenza e lo svuotamento dei numerosi raccoglitori differenziati presenti sulle spiagge pubbliche, al pari della pulizia giornaliera delle spiagge e del ritiro giornaliero ‘porta a porta’ di ogni rifiuto differenziato prodotto dagli stabilimenti balneari”.

Ma non solo: “Abbiamo deciso di potenziare i messaggi delle ‘spiagge parlanti’ che lo scorso anno avevano destato molto interesse e curiosità, raggiungendo così lo scopo. Si tratta di fumetti alti circa un metro che inseriti nella sabbia rappresentano le richieste di aiuto che la spiaggia lancia al visitatore, in italiano e inglese, sulla raccolta dei rifiuti e soprattutto contro l’abbandono dei mozziconi di sigarette”.

“Raddoppiamo quindi i nove fumetti che avevamo pensato lo scorso anno, e allo stesso modo consegniamo nuovamente i cenerini per la raccolta del mozzicone. Lo scorso anno ne avevamo fatto mille in via sperimentale, quest’anno ne distribuiremo 10 mila euro. Si tratta di contenitori a tenuta stagna dove spegnere la sigaretta senza bruciarsi, e da tenere ovunque: in tasca, nella borsetta o in macchina in quanto inodori. Il cenerino con il logo di Pietra Ligure viene portato a casa e anche regalato, facendo passare il messaggio di essere un Comune sensibile all’ambiente, e comunicando che i mozziconi inquinano, anche per strada”.

Queste iniziative saranno finanziate interamente dal Comune: “Lo scorso anno avevamo ricevuto i fondi dal progetto europeo Smile, quest’anno metteremo fondi propri. Smile termina a Luglio dopo tre anni molti intensi, tutti incentrati sull’abbandono dei rifiuti marini. Pietra Ligure era stata scelta dalla Regione quale Comune capofila e il progetto era stato incentrato sul litorale alla foce del Maremola, poi esteso alle altre spiagge”.

“Per l’occasione era stata creata e pubblicizzata un’apposita app per smartphone, chiamata SmileTrashPic, tuttora operativa, che prevede l’invio di una foto del rifiuto trovato su spiaggia o mare con la posizione geografica. La segnalazione arriva all’Ufficio Ambiente e alla ditta Ata che provvede alla rimozione”.

leggi anche
  • Faccia a faccia
    I bagni marini bussano alla Regione per tutelare e dare un valore alle aziende
    marco scajola

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.