Tornano

Pietra, il consiglio approva il bilancio di previsione 2016. Frumento: “Garantiti servizi, eventi e opere”

L'assessore al bilancio: "Stiamo facendo un lavoro enorme"

Pietra Ligure Consiglio Comunale

Pietra Ligure. E’ passato coi voti unanimi della maggioranza e nonostante quelli contrari degli unici consiglieri di minoranza presenti (Mario Carrara e Anna Bonfiglio) il rendiconto di bilancio del 2015 e il bilancio preventivo del 2016.

Il documento contabile è stato approvato nel corso della lunga seduta del consiglio comunale dello scorso 25 maggio. Fra le spese, la minoranza ha contestato fortemente solo gli investimenti nel campo del sociale, soprattutto quelli riguardanti la mensa e il trasporto scolastico oltre al campo solare, i cui costi in un periodo di crisi dovrebbero essere destinati ad esempio agli asfalti.

L’assessore al bilancio Daniela Frumento ha ritenuto “non accettabile la critica proprio perché in tempi di crisi devono essere maggiori le risposte da dare alle centinaia di famiglie che hanno ragazzi in età scolare. Peraltro, il costo a carico del Comune per tali servizi complessivamente ammonta a circa 200 mila euro”.

“Il Comune di Pietra Ligure si trova come tutti i Comuni a far fronte ad enormi diminuzioni di entrate – commenta Daniela Frumento – Eppure non ci lamentiamo e cerchiamo di non lasciare indietro nessuno e di mantenere tutti i servizi sociali, tutte le iniziative per il turismo, la cultura e lo sport, i lavori pubblici e le piccole manutenzioni”.

Fra le entrate, la minoranza ha sostenuto che occorreva diminuire l’Imu sulle seconde case, che avrebbe aumentato il disavanzo, ma non dice dove ricavare nuove risorse. Contestato anche il progetto di aumentare i parcheggi a pagamento che porterà 100 mila euro all’anno in più.

Comune di Pietra

“Il consigliere Carrara non sa o fa finta di non sapere, che rispetto all’ultimo anno in cui lui era assessore, il 2014, c’è una diminuzione netta delle entrate proprie, sommate ai trasferimenti dello stato, di oltre un milione di euro all’anno (per la precisione 1.061.674). Provi a pensare cosa significa per un Comune come Pietra Ligure avere un crollo simile delle disponibilità economiche. Stiamo facendo un lavoro enorme”.

Prosegue l’assessore: “Per mantenere tutti i servizi siamo impegnati da due anni a razionalizzare le voci di spesa, ci stiamo impegnando per rendere sempre più efficienti le procedure di selezione dei fornitori e a contenere i costi del personale, che rispetto al triennio 2011-2013 vedono una riduzione di 250 mila euro (e che comunque impegnano oltre 4 milioni di euro all’anno). Anche perché paghiamo oltre 500 mila euro all’anno di soli interessi per gli oltre 100 mutui che abbiamo trovato. Non possiamo dimenticare che ci siamo trovati ad affrontare costi che prima non c’erano mai stati, o che non ci aspettavamo di trovare, il cui totale supera i due milioni di euro: per fare alcuni esempi, le nuove norme di bilancio impongono di accantonare dei fondi contro i rischi di crediti inesigibili o debiti non ancora inseriti a bilancio, oppure si pensi ai costi di depurazione delle acque reflue che l’anno scorso sono costati 360 euro e quest’anno costeranno altri 260 mila euro”.

“Si pensi ai costi che dobbiamo sostenere per la ricerca e la sistemazione della raccolta delle acque piovane, il cui inquinamento potrebbe causare gravi rischi di inquinamento del mare e chiusura delle spiagge. Avremmo gradito non trovare queste situazioni di degrado, e invece dobbiamo metterci delle risorse adesso. Oppure si pensi al mantenimento delle enormi aree verdi che fanno di Pietra Ligure la città col maggior numero di metri quadrati per abitante, ma che ora vanno mantenute, curate e protette, in un momento di gravi difficoltà economiche come si è detto. Mi riferisco ad esempio al Parco Offenburg inaugurato due anni fa e costato oltre 800 mila euro, voluto dal consigliere Carrara, le cui stradine sono già franate, le protezioni sono insufficienti e i vandali continuano a provocare danni. Ora dobbiamo farvi fronte noi che non abbiamo risorse quando sarebbe stato meglio pianificare, prima di fare gli investimenti”.

2016 triathlon Pietra

Continua l’assessore: “Eppure con soddisfazione abbiamo confermato per il 2016 il ricco programma turistico e culturale degli ultimi anni, così come si è riusciti a garantire il regolare svolgimento di alcune manifestazioni sportive importanti per Pietra. All’ultimo momento abbiamo anche trovato le risorse per garantire lo svolgimento del Triathlon Olimpico Città di Pietra Ligure, che doveva essere integralmente finanziato da privati e senza il nostro intervento sarebbe stato annullato”.

Il 2016 vedrà anche la realizzazione di importanti opere pubbliche: “Con il 2016 confidiamo di riuscire finalmente ad avere più risorse da investire sul territorio, ed alcune opere importanti iniziate nel 2015 troveranno il loro compimento. Fra quelle ormai quasi terminate ricordo il collegamento di tutto il territorio di Pietra Ligure al depuratore di Borghetto, che ci vedono fra i soci che più devono investire; la sostituzione del pallone geodetico presso il palazzetto dello sport di viale della Repubblica; l’adeguamento degli impianti di sicurezza relativi e la sistemazione delle aree adiacenti; la manutenzione straordinaria della scuola materna di Via della Cornice per l’adeguamento alle norme di sicurezza per la tutela dei nostri bambini e per la riorganizzazione degli spazi per far fronte alle esigenze della collettività di un crescente numero di iscrizioni presso la scuola materna”.

Il dettaglio di tutti gli interventi programmati verrà pubblicato nei prossimi giorni sul sito istituzionale del Comune. Ci sarà anche il nuovo Documento Unico di Programmazione, che delinea le scelte strategiche di questa Amministrazione per i prossimi tre anni: “Il Documento deve aiutare a spiegare ai cittadini pietresi quali siano gli obiettivi e i risultati da raggiungere e le scelte che vogliamo operare”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.