IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Outdoor, la Regione approva prima tranche di finanziamento per la rete escursionisti ligure

I soldi, 50 mila euro, saranno ripartiti tra Cai e l’associazione Alta Via dei Monti Liguri per l’attività svolta nel primo trimestre 2016

Regione. Approvata ieri dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale allo Sviluppo dell’entroterra Stefano Mai, la prima tranche di finanziamento da 50 mila euro per il monitoraggio e la manutenzione della Rel-Rete escursionistica ligure, costituita da circa 5 mila chilometri di percorsi escursionistici.

Le risorse sono ripartite tra il Cai-Club Alpino Italiano – con cui la Regione Liguria ha stipulato una convenzione per il monitoraggio, la manutenzione, organizzazione e valorizzazione della Rete escursionistica della Liguria in cui rientra anche l’Alta Via dei Monti Liguri – e l’Associazione Alta Via dei Monti liguri per l’attività svolta nel primo trimestre del 2016.

“Ieri abbiamo fatto in Regione la prima riunione operativa con il Cai e e la Fie, la Federazione italiana escursionismo – ha spiegato l’assessore regionale Mai – è stato un incontro molto partecipato in cui abbiamo iniziato ad affrontare, nello specifico, gli interventi sia sul piano manutentivo sia della promozione della fruizione di questa straordinaria risorsa che è la Rete escursionistica ligure, la cui dorsale più importante è costituita dall’Alta Via. Siamo ben consapevoli che le risorse a disposizione a oggi sono limitate, ma ci siamo già attivati, insieme all’assessorato allo Sviluppo economico, per inserire i nostri sentieri in progetti interregionali transfrontalieri per intercettare ulteriori fondi che ci possano permettere di valorizzare al meglio le potenzialità sull’outdoor della nostra sentieristica”.

Nella convenzione, a cui è seguita anche la stipula di un accordo operativo, è previsto che il Cai coinvolga anche altre realtà locali (associazioni sportive, del tempo libero e di tutela ambientale) e collabori con Fie-Federazione italiana escursionismo. Tra le attività che il Cai svolgerà: formazione di gruppi di volontari, coordinamento del monitoraggio della rete escursionistica, manutenzione dei sentieri, e segnalazione delle problematiche eventuali riscontrate durante i sopralluoghi.

Nell’accordo operativo sono specificate tutte le azioni puntuali da effettuare. A partire dal: decespugliamento, ripristino segnaletica, deflusso acque superficiali, realizzazione gradoni, opere di ingegneria naturalistica per contenere scarpate a monte e a valle dei sentieri, riposizionamento di pietre, assistenza tecnica nella redazione della cartografia escursionistica e collaborazione per la predisposizione di progetti cofinanziati con fondi europei. Tra le varie iniziative c’è l’apertura, prevista per il prossimo 24 giugno, dello sportello della montagna da parte del Cai per fornire tutte le informazioni sulla rete escursionistica ligure.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.