Accusa

Melis (M5S): “Da Toti e Scajola regalo ai privati e le spiagge libere muoiono”

consiglio regionale liguria

Liguria. “Se andiamo avanti di questo passo, presto non rimarrà più un metro quadrato di spiaggia libera in Liguria”. È l’allarme lanciato da Andrea Melis, portavoce del MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria, a margine della Commissione Territorio e Ambiente di questa mattina sul DDL 91, durante la quale sono stati auditi i balneari.

“Se passerà questo Disegno di legge – spiega il portavoce pentastellato – i concessionari delle spiagge libere attrezzate potranno aumentare ulteriormente i metri quadrati disponibili per le proprie attrezzature e i cosiddetti chioschi, a tutto svantaggio dell’area di spiaggia vera e propria, già notevolmente assottigliata dalle mareggiate”.

“Ancora una volta l’assessore Scajola e la sua Giunta insistono con una politica di privatizzazione selvaggia del territorio che guarda all’interesse di pochi, a tutto danno di cittadini e turisti – conclude Melis – Tra stabilimenti privati, chioschi e presunte spiagge libere attrezzate, finiremo per prendere il sole in coda sull’Aurelia e a fare il bagno gettandosi direttamente dagli scogli, sperando di non farsi male”.

leggi anche
marco scajola
Faccia a faccia
I bagni marini bussano alla Regione per tutelare e dare un valore alle aziende

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.