IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, la giornata politica: LoaNoi sui rifiuti, il centro-destra e il Pd chiudono la campagna elettorale

Ecco le principali notizie di oggi in merito alle elezioni comunali di Loano

Loano. Di seguito i principali comunicati stampa diramati nella giornata di oggi in merito alle elezioni comunali di Loano.

GERVASI (LISTA CIVICA LOANOI): “LA GESTIONE DELLA RACCOLTA RIFIUTI E’ UNA SPINA NEL FIANCO”. Il candidato sindaco della lista civica “LoaNoi” interviene a proposito del tema rifiuti, che “nel corso dei nostri incontri sul territorio è stato quello più gettonato e richiesto dai cittadini intervenuti ai nostri incontri. Per quanto riguarda il passato, i cittadini hanno criticato la qualità del servizio erogato in questi anni in rapporto al costo del servizio stesso. Ricordiamo che nel periodo 2011-2014 la copertura del costo del servizio a carico dei cittadini è passata da 2 milioni e 530 mila euro a 3 milioni e 54 mila euro. L’incremento medio della tariffa a carico dei cittadini è stato del 13 per cento circa (dai 3,77 per cento di trattorie e pizzerie, all’8 per cento degli stabilimenti balneari, al 13 per cento di officine, falegnami, fabbri, al 36 per cento dei pescatori sportivi”.

“I motivi degli aumenti? Vanno ricercati nei piani finanziari che hanno accompagnato le delibere di giunta che nel tempo si sono succedute. Ma il servizio di raccolta e il livello di pulizia della città non hanno modificato il proprio standard qualitativo, decisamente al ribasso. Oggi, dopo un travagliato iter (partito dalla pronuncia del Tar ligure che aveva decretato qualche anno fa l’illegittimità dell’affidamento diretto della raccolta rifiuti a Servizi Ambientali) arriva la rivoluzione nel sistema di raccolta dei rifiuti”.

“Purtroppo è una rivoluzione a metà, alla quale non solo per gli utenti ma anche l’amministrazione e soprattutto la Stirano srl (vincitrice dell’appalto) arrivano impreparati, o meglio, ‘impongono’ improvvisamente un sistema senza averne prima ‘testato’ la fattibilità sul territorio loanese conformemente a quelle che sono le peculiarità del tessuto economico locale (poiché il sistema dovrebbe interessare, a partire dal mese di luglio, le attività economiche e solo in seguito le utenze domestiche)”.

A questo punto Gervasi e i suoi si chiedono: “A che titolo il piano finanziario 2014 (quello relativo all’aumento delle tariffe) prevedeva spese per circa 85000 riguardanti acquisti di beni e prestazioni di servizi per ‘educazione nuova raccolta rifiuti’ e ‘campagne di sensibilizzazione ambientale’ se oggi i cittadini ma soprattutto le categorie si sentono impreparate nell’affrontare il nuovo sistema di raccolta e chiedono un differimento dell’avvio dell’operazione? A che titolo alcune di tali spese si ripetono (in forma minore) negli anni successivi (educazione nuova raccolta rifiuti) se poi il famoso ‘differenziario’ (l’opuscolo sulla corretta differenziazione) viene inviato agli utenti solo in prossimità dell’inizio del nuovo sistema di raccolta?”.

“Sono consapevoli i cittadini e le categorie economiche che il nuovo sistema di raccolta differenziata, essendo a costi fissi per tutta la durata contrattuale (5 anni) probabilmente (usiamo il condizionale) non porterà benefici? Sembra che i contributi Conai spetteranno alla Stirano srl, ma le penalità in termini di sovrattasse, andranno per caso al Comune? In tempi non sospetti qualcuno aveva sottoposto all’amministrazione dubbi e osservazioni circa il nuovo contratto di appalto. Osservazioni che non sono state tenute in considerazione”.

“Noi proponevamo un sistema di raccolta che unitamente all’obiettivo di salvaguardia ambientale premiasse anche i comportamenti virtuosi attraverso l’introduzione della cosiddetta Tariffa Puntuale (paghi per quel che produci). Luglio è vicino, molti aspetti non sono ancora stati chiariti, manca addirittura un regolamento comunale. L’unica strada percorribile (inefficienze della pubblica amministrazione non possono ricadere sui cittadini) è per noi quella del rinvio e di un ripensamento del sistema di raccolta. Se l’amministrazione commette errori di valutazione nella elaborazione dei criteri di svolgimento di un servizio, non sono certo i cittadini che devono pagarne le conseguenze. Hanno già pagato abbastanza per un servizio scadente”.

PER PIGNOCCA UNA CHIUSURA DI CAMPAGNA ELETTORALE “AL BACIO”. Il candidato sindaco Luigi Pignocca e la sua lista hanno chiuso la campagna elettorale in piazza Rocca. I partecipanti sono stati “omaggiati” con un “Bacio di Loano”. “Abbiamo scelto di chiudere tra la gente – fanno sapere Pignocca e i suoi – Grazie a tutti quanti ci hanno aiutato e supportato nei 5 anni di amministrazione ed in questo mese di campagna elettorale. Pronti per continuare, con competenza e coerenza, a far crescere la nostra Loano”.

CHIUSURA DELLA CAMPAGNA ELETTORALE PER LA LISTA PD DI GIOVANNI SICCARDI. Festa al cinema Loanese per la chiusura della campagna elettorale del candidato sindaco del Pd Siccardi, alla presenza di consiglieri regionali e parlamentari del Pd che hanno sostenuto la candidatura di Siccardi a sindaco di Loano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.