Sostegno

Gsl, vertice tra Regione e sindacati per gli ammortizzatori sociali dei dipendenti video

A fine luglio scadrà la proroga: da quella data e per i tre mesi successivi, i lavoratori resteranno in mobilità

Gsl di Albenga

Regione. Martedì 14 giugno in Regione si terrà il tavolo tecnico con i sindacati dei lavoratori della Gsl di Albenga per individuare i percorsi utili al sostegno dei dipendenti attraverso il ricorso agli ammortizzatori sociali.

Lo comunicano gli assessori regionali al lavoro Gianni Berrino e alla sanità Sonia Viale. La data e le modalità del tavolo tecnico sono state concordate e calendarizzate venerdì, in occasione dell’incontro tra la vicepresidente Viale e le sigle sindacali, al quale erano presenti anche gli uffici regionali dell’assessorato al lavoro.

In quella sede, il governo regionale ha comunicato di non voler concedere alcuna proroga all’accordo che la lega all’azienda e che quindi scadrà come previsto il 31 luglio. Lunedì, però, la stessa Regione pubblicherà un bando di gara con rito breve per individuare un soggetto che tenga in piedi il reparto in via provvisoria e fino a che non verrà pubblicata la gara di respiro europeo.

Nei piani della Regione, tale gestore provvisorio dovrebbe essere individuato entro ottobre. Le gare con rito breve, infatti, hanno un periodo di pubblicazione di soli 52 giorni e (almeno nei piani del governo regionale) e pertanto dovrebbe portare alla nomina del nuovo gestore entro il primo ottobre. Questo, ovviamente, al netto di eventuali ricorsi al Tar e successivi ricorsi al Consiglio di Stato che potrebbero far slittare l’assegnazione anche di sei mesi.

Questa operazione sarà portata avanti in attesa della pronuncia del Tar in merito al ricorso presentato dall’azienda. Qualora il Tribunale Amministrativo dovesse dare ragione all’azienda, infatti, Gsl resterebbe “in sella” e quindi tutta la nuova gara verrebbe annullata. Il Tar dovrebbe pronunciarsi entro la metà del mese di ottobre.

Nel frattempo, il destino dei dipendenti è segnato. A fine luglio, come detto, scadrà la proroga. Da quella data e per i tre mesi successivi, i lavoratori resteranno in mobilità. In attesa, come detto, che arrivi ottobre: se Gsl vincerà il ricorso, tutto resterà com’è e i dipendenti torneranno a lavorare nella stessa azienda presso cui hanno prestato servizio finora; se Gsl perderà il ricorso, i lavoratori potrebbero essere riassorbiti dall’azienda che si aggiudicherà la nuova gara della Regione. Stessa sorte toccherà ai chirurghi, che nei tre mesi di fermo andranno però ad operare altrove.

leggi anche
Gsl di Albenga
Giudizio unanime
Gsl, Provincia di Savona: “La proroga era essenziale, fumose le promesse sui lavoratori”
Gsl di Albenga
Commento
Chiusura Gsl, Pd all’attacco: “Disastro dell’assessore Viale, favore alla Lombardia”
Gsl di Albenga
E poi?
Chiusura Gsl, i dubbi dell’azienda: “Quali conseguenze per sanità, dipendenti e territorio?”
ospedale albenga
Incognite
Gsl, Cangiano preoccupato: “Se chiude ortopedia inizia lo smantellamento dell’ospedale”
Gsl di Albenga
Lavoratori a casa...
Chiusura Gsl, vertice Viale-sindacati: nuovo bando ad ottobre
Vertice Gsl, dalla Regione nessuna proroga e il reparto chiude
Scelte
Vertice Gsl, dalla Regione nessuna proroga e il reparto chiude
Gsl di Albenga
Nuova era?
Gsl, Melis (M5S): “Privatizzazioni hanno fallito. Ora il modello sanitario ligure al 100% pubblico”
Gsl di Albenga
E ora?
Gsl, la rabbia dei sindacati: “Tante parole, una sola certezza: il licenziamento dei dipendenti”
gsl
Cercasi risposte...
Chiusura Gsl: sindaci, sindacati e lavoratori ancora in Regione, doppio vertice
vertice gsl in regione
Il chiarimento
Nuovo bando per Gsl, l’assessore Viale: “Abbiamo agito secondo le nuove regole”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.