Dimora di lusso

Bergeggi, villa del ‘900 pignorata dalla banca finisce all’asta per un milione e 200 mila euro

Dimora storica costruita su due piani per un totale di 16 vani e 460 metri quadrati di superficie

tribunale

Bergeggi. La villa è stata pignorata due anni fa dalla Banca Regionale Europea e ora si cerca un acquirente che la possa acquistare. Il prezzo? Un milione 177 mila euro. Quella è la base di partenza per l’asta fissata per il prossimo 28 luglio dal tribunale di Savona.

Va tenuto conto che si tratta di una delle dimore più prestigiose della località balneare situata in via De Rege appena sotto la chiesa del paese. Dispone di un parco e uliveto di oltre di quasi 5 mila metri quadrati,  ristrutturata nel 1930, ed è stata costruita su due piani per un totale di  16 vani e 460 metri quadrati di superficie.

Il perito incaricato dal Tribunale, Lorenzo Aicardi, ha stimato il valore di mercato intorno a 1,4 milioni. Ma l’asta, affidata al commercialista Emmanuele Martinengo, partirà da un importo inferiore, poco meno di 1,2 milioni, e prevede rilanci minimi di 2 mila euro. L’offerta minima per essere ammessi alla gara, da presentare al delegato alla vendita entro il giorno precedente l’asta, è stata fissata in 883 mila euro.

Contestualmente, ma con un secondo e distinto lotto, sarà posto in vendita un villino confinante, che rientra nella stessa procedura giudiziaria sfociata nel procedimento esecutivo del dicembre 2014. Si tratta di un immobile di due piani, con garage e locale caldaia al piano terreno e alloggio al primo piano, al quale è stato attribuito un valore di 284 mila euro. L’asta partirà da 241 mila euro. In caso di mancata vendita di uno o di entrambi i lotti, è già stato fissato per l’8 settembre prossimo un secondo tentativo, sempre senza incanto.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.