IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano 2016, pienone per il dibattito di IVG.it: confronto serrato tra i candidati sindaci fotogallery

Altro successo di IVG.it con la serata organizzata a Loano 2 Village

Loano. Una sala piena in ogni ordine di posti, un pubblico partecipe e sempre attento, un ritmo serrato, tre candidati agguerriti e una sequela di domande che avrebbe messo in difficoltà anche l’amministratore più esperto.

Sono questi gli ingredienti del confronto tra i candidati alla carica di sindaco di Loano che si è tenuto ieri sera al residence Loano2Village di via degli Alpini. Un confronto “all’americana” organizzato da IVG.it che aveva l’obiettivo di presentare i tre aspiranti primo cittadino e i loro programmi per la Loano dei prossimi cinque anni.

La grande affluenza di pubblico e le tante domande fatte pervenire alla nostra redazione tramite i social network conferma la qualità del format, che ha fatto il suo esordio con l’altro grande dibattito tra i candidati sindaco di Savona tenutosi l’altro lunedì al teatro Chiabrera.

Dopo la auto-presentazione dei “magnifici tre” Paolo Gervasi (candidato con la lista civica LoaNoi), Luigi Pignocca (candidato con la lista di centro-destra di “Vince Loano”) e Giovanni Siccardi (candidato con la lista del Partito Democratico), il giornalista di IVG.it, Luca Berto, conduttore della serata, ha sferrato le prime frecciate.

Il dibattito tra i candidati sindaco di Loano

A Gervasi è stato “contestato” il fatto che la sua lista sia civica fino ad un certo punto (vista la presenza, tra le sue fila, dell’ex segretario del Pd di Loano e di un esponente del Movimento 5 Stelle e il passato da affiliato a Fli dello stesso Gervasi); a Pignocca è stata fatta notare la presenza potenzialmente pericolosa di troppi neofiti della politica accanto a veterani con forse troppi anni di vita amministrativa alle spalle; a Siccardi, invece, è stato fatto notare come a Loano da oltre vent’anni a questa parte abbia sempre dominato il centro-destra e quindi presentarsi a capo di una lista di centro-sinistra possa essere “pericoloso”.

Pronti via e il direttore di IVG.it Federico De Rossi ha messo subito in difficoltà i candidati chiedendo loro quali siano le loro intenzione riguardando le unioni omosessuali, visto che la normativa prevede che i sindaci possano appellarsi alla “obiezione di coscienza” e rifiutarsi di celebrare personalmente i matrimoni civili.

Gervasi e Siccardi hanno detto che “si atterranno alle leggi vigenti”, mentre il sindaco Pignocca ha sottolineato che “a Loano le unioni civili verranno celebrate come stabilisce la legge, ma mi riservo il diritto di lasciarle officiare a un assessore o a un consigliere delegato così come previsto dalle normative”.

Il dibattito tra i candidati sindaco di Loano

Rotto il ghiaccio la prima domanda, i tre candidati hanno detto la loro su questioni strettamente loanesi come l’assenza di un cinema o teatro in grado di accogliere manifestazioni ed eventi culturali e non solo, la valorizzazione dei tesori architettonici della città, il rilancio dei “carruggetti orbi”, la videosorveglianza quale strumento per garantire l’ordine pubblico, il consumo del territorio.

Tra le altre questioni dibattute durante la serata lo spostamento del mercato settimanale, il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti, la Marina di Loano, il problema della “separazione” tra la frazione di Verzi e la parte a monte dell’Aurelia con il resto della città, la sicurezza nei parchi pubblici, il degrado della stazione e lo stato del tessuto commerciale locale.

I tre candidati hanno risposto al fuoco di fila sfruttando al massimo i 60 secondi a loro disposizione (e i due “extra time” concessi a ciascuno) sforando in occasione delle domande più complicate che richiedevano esposizioni più ampie ed articolate.

Nonostante il ritmo incalzante, il pubblico presente in sala (circa 400 persone) ha dimostrato un coinvolgimento e un’attenzione costanti. E non sono mancati, ovviamente gli “applausi faziosi” tipici del confronto pubblico tra candidati sindaci. Una conferma del grande entusiasmo dei loanesi è arrivata anche dalle tantissime domande fatte pervenire alla nostra redazione.

Il dibattito tra i candidati sindaco di Loano

Così come avvenuto al Chiabrera, anche la serata di ieri sera aveva uno scopo benefico: durante il dibattito, infatti, sono stati raccolti fondi a favore del comitato loanese della Croce Rossa Italiana. Lunedì scorso il destinatario della generosità del pubblico in platea era stato l’associazione Flying Anges, che si occupa di pagare i biglietti aerei ai bambini costretti a volare verso una destinazione per ricevere le cure necessarie che potranno salvarli o ridare loro una vita dignitosa. In tutto, nelle due serate organizzate da IVG.it, sono stati raccolti più di mille euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.