Calcio

Finale e Genoa, festosa amichevole di fine stagione. Cappa: “Pronti con entusiasmo per la nuova avventura” fotogallery

Applausi e striscioni da parte dei tifosi rossoblù per Gian Piero Gasperini

Finale Ligure. Pomeriggio di festa al “Borel” di Finale Ligure. Il Finale, neo promosso in Serie D, e il Genoa, reduce dall’ottima decima posizione in Serie A, si sono affrontati in una partita amichevole.

Grande accoglienza per entrambe le squadre. I sostenitori giallorossi non hanno voluto mancare all’evento e hanno gremito gli spalti. Oltre settecento gli spettatori presenti. Folta la rappresentanza di tifosi genoani, giunti da varie parti della Liguria per tributare l’ultimo applauso ai loro beniamini.

In particolare, i sostenitori rossoblù hanno esposto tre striscioni dedicati a Gian Piero Gasperini e al presidente Enrico Preziosi, per rivolgere a qust’ultimo un chiaro invito: confermare il tecnico. Gasperini non ha rilasciato dichiarazioni, confermando che riguardo al suo futuro non ci sono ancora certezze.

L’occasione è servita quale inaugurazione ufficiale del manto in sintetico del campo finalese, comunque già allestito da alcuni mesi. Il sindaco Ugo Frascherelli non ha fatto mancare la sua presenza. “Abbiamo pensato di festeggiare così la promozione e il nuovo campo – dice il primo cittadino -. La squadra del Finale ha fatto una grande impresa, vincendo il campionato con una squadra di giovani finalesi sotto la guida di mister Buttu che è stato in grado di infondere forza, coraggio e grande determinazione. Un grandissimo successo e una delle ragioni per cui lo sport ha una funzione sociale: dimostrare che impegnandosi, faticando e rispettando le norme si possano raggiungere ottimi risultati come questo. Una grande festa ed un grande motivo di orgoglio per tutti noi“.

“Per il prossimo anno servirà una squadra che ci permetta di fare un ottimo campionato – dichiara Candido Cappa, presidente del Fbc Finale -. Serviranno qualche sponsor e una buona dose di entusiasmo; quest’ultimo non ci manca. Iniziamo una nuova avventura, siamo pronti”.

L’aspetto agonistico è passato in secondo piano, dato che, a fine stagione, i tecnici non avevano più pensieri relativi agli schemi da provare. Tutti i giocatori hanno avuto spazio. Il Genoa ha vinto 3 a 0.

Il Finale è sceso in campo con Porta, Molinari, Spadoni, Scalia, Termine, De Benedetti, Ferrara, Genta, Vittori, Jawo, Cocurullo. L’undici iniziale del Genoa ha visto Lamanna, Gulli, Corsinelli, De Maio, Anibal, Quaini, Lazovic, Burdisso, Matavz, Ghiglione, Panico.

I giallorossi hanno voglia di fare bene, divertirsi e divertire il pubblico presente e partono senza timori reverenziali. Genta impegna Lamanna con un tiro da fuori area. Porta, però, ha il suo bel da fare: si oppone ad una conclusione di Panico, ad una botta di Matavz e un tentativo di Corsinelli.

Al 16° Molinari, sulla linea, allontana un pallone messo in mezzo da Lazovic. Al 21° i rossoblù passano in vantaggio: calcio d’angolo, colpo di testa vincente di Gulli. Un paio di minuti dopo applausi per Porta che devia in angolo una stoccata di Lazovic.

Il portiere finalese para prima su Gulli e poi su De Maio; al 32° nel Genoa entrano Asencio e Ierardi per Gulli e Anibal. Lamanna abbatte in area Jawo, ben servito da Ferrara, ma l’arbitro lascia proseguire. Sul finire del primo tempo Ghiglione colpisce il palo.

Nella ripresa Buttu schiera Gallo, Basso e Scarrone al posto di Porta, Scalia e Termine; tra i rossoblù dentro Fassone per Quaini. Al 3° Panico risolve in rete una mischia nell’area finalese: 0 a 2. Al 7° un gran tiro di Molinari esce di un soffio alla destra di Donnarumma, entrato al posto di Lamanna.

Ancora cambi tra i giallorossi: entrano Puddu, Gentile, Alteri ed escono Genta, Vittori e Cocurullo. Gallo respinge in corner un tiro di Panico. Entra Basso al posto di Spadoni. Nel Genoa in campo Palesi, Coppola e Anibal per De Maio, Burdisso e Asencio.

Al 21° Gallo si oppone prima a Lazovic e poi a Coppola; poco dopo Matavz spara alto. Al 27° Cucca per Gallo tra i locali, Piscopo per Panico tra gli ospiti. A completare il risultato, al 40°, la rete di Piscopo che insacca un cross proveniente dalla destra. E poi, alla fine, tutti sotto la tribuna, giallorossi e rossoblù, per ricevere l’ultimo applauso della stagione calcistica.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.