Spotorno 2016, Riccobene: "Un patto territoriale tra pubblico e privato per rilanciare il paese" - IVG.it
Presentazione

Spotorno 2016, Riccobene: “Un patto territoriale tra pubblico e privato per rilanciare il paese”

Ecco il programma della lista "Adesso Spotorno"

Franco Riccobene

Spotorno. Carlo Centi è stato uno dei protagonisti della presentazione, domenica sera al Palace alla presenza di un folto pubblico, della candidatura a sindaco di Spotorno di Franco Riccobene, già vice sindaco uscente. Con lui sono stati passati in rassegna diversi temi inerenti l’impegno amministrativo futuro, senza amplificare improbabili progettazioni, ma ricercando il giusto equilibrio tra sviluppo sociale ed economico e conservazione del territorio costiero e collinare.

“D’altra parte, oggi più che mai, confrontando Spotorno con altre realtà balneari ci accorgiamo che aver difeso l’entroterra da possibili incursioni, sia stata la giusta scelta di diverse amministrazioni, e che ora sia il momento di investire sulle produzioni agricole e sulla difesa del suolo, anche dagli incendi: aree boschive, percorsi, terrazzamenti e muri a secco” dice Riccobene.

“Così come la linea costiera andrà salvaguardata da speculazioni sempre in agguato, operando per uno sviluppo turistico ricettivo alberghiero e di servizi: piccolo approdo per bonificare la discarica Serra, completamento della Talassoterapia, Casa del Turismo, della Cultura e Museo Civico nella Villa Albini, Polo Sanitario e della Sicurezza nell’attuale scuola primaria (una volta completato il Polo delle Baxie) – aggiunge Riccobene -. Dobbiamo far divenire la parte a sud della circonvallazione il luogo dell’accoglienza integrata: settore commerciale, dei pubblici esercizi, alberghiero e degli stabilimenti balneari devono essere uniti per migliorare costantemente la loro immagine, mentre l’amministrazione dovrà impegnarsi con incentivi fiscali, detassazioni e per una politica di allargamento della stagione, con grandi eventi legati all’outdoor e non solo, come è accaduto in questi anni”.

“Quello che ho definito un patto territoriale fra pubblico e privato con il quale ci si assume impegni reciproci per rilanciare un’economia, che ritengo abbia forti potenziali”.

“Continueremo a lavorare per costruire una proposta che sappia raccogliere il consenso per un’amministrazione stabile, concreta, forte e autorevole. Spotorno ne ha urgenza” conclude il candidato sindaco di Spotorno.

leggi anche
franco riccobene
La presentazione
Spotorno 2016, “lista rosa” per Franco Riccobene: “Con noi rinnovamento e stabilità per il paese”
swimtheisland
In campo
Spotorno 2016: dopo Marcenaro e Fiorini per Riccobene manca solo l’ufficialità
swimtheisland
Programmi
“Adesso Spotorno” incontra la Lega Navale, Riccobene: “Molo e approdo turistico nostre priorità”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.