Ceriale, Giordano presenta un esposto contro Renzi e il vice ministro Bellanova - IVG.it
Dissenso

Ceriale, Giordano presenta un esposto contro Renzi e il vice ministro Bellanova

Giordano si scaglia contro le dichiarazioni rilasciate a proposito del referendum “anti trivelle”

referendum trivelle

Ceriale. Il capogruppo della lista di minoranza “Voi” di Ceriale, Luigi Giordano, ha presentato un esposto in procura contro il presidente del consiglio dei ministri Matteo Renzi e il vice ministro allo sviluppo economico Teresa Bellanova.

Giordano si scaglia contro le dichiarazioni rilasciate dai due esponenti del Pd a proposito del referendum “anti trivelle” di domenica prossima.

In un’intervista rilasciata a “L’Unità” lo scorso 27 marzo, il vice ministro ha invitato i cittadini a disertare le urne affermando: “La cosa più saggia da fare il 17 aprile è non andare a votare. Questa è la mia posizione e del mio partito, il Pd. E questo io farò”.

Allo stesso modo, in un post su Twitter dello scorso 5 aprile il primo ministro aveva detto: “Spero che questo referendum che potrebbe bloccare 11mila posti di lavoro fallisca”.

Due “inviti al non voto” che il consigliere comunale cerialese non ha per nulla apprezzato: “Il referendum e le elezioni sono un’arma democratica a disposizione del popolo, che così può esprimere la propria volontà in merito a questioni fondamentali per il futuro della nazione. E’ paradossale che il primo ministro e un vice ministro si mettano contro le libertà espresse nella Costituzione”.

“Spero che il mio esposto sia il primo di una lunga serie. E invito tutti i cittadini ad andare a votare: al di là di quella che possa essere la scelta di ciascuno, al di là dell’esito del referendum, è importante che tutti svolgano il loro dovere di cittadini”, conclude Giordano.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.