Bugbuster

Toirano, nei parchi cittadini parte la disinfestazione da processionaria

Oltre a danneggiare le piante, la processionaria può costituire un pericolo per l'uomo e per gli animali

processionaria
Foto d'archivio

Toirano. Dalle 9 di domani il parco del Marchese e il parco dei Pioppi a Toirano resteranno chiusi al pubblico per permettere agli addetti incaricati dal Comune di effettuare la disinfestazione delle piante dalla processionaria.

Le due aree resteranno interdette alla popolazione fino al termine delle operazioni, volute dell’amministrazione del sindaco Gianfranca Lionetti per contrastare l’insetto, che è particolarmente nocivo per le piante e per i cani che vi entrano in contatto.

La processionaria è un lepidottero della famiglia dei taumatopeidi. E’ pericoloso per pini (Pinus Nigra e Pinus Silvestris) e querce a foglia caduca (Quercus robur e Quercus peduncolata) ma colpisce anche i larici, i cedri, i noccioli, i castagni, i faggi, i carpini e le betulle causando la caduta delle foglie.

L’adulto della processonaria è una farfalla di forma triangolare con ali larghe 3-4 cm, di colore grigio con striature brune. La femmina è poco più grande del maschio. Il loro ciclo vitale di solito dura al massimo due giorni.

Oltre a danneggiare le piante, la processionaria può costituire un pericolo per l’uomo e per gli animali. I peli urticanti delle larve, infatti, sono velenosi e possono provocare occasionalmente reazioni allergiche.

Gli animali più sensibili sono i gatti e specialmente i cani che, annusando il terreno, possono inavvertitamente ingerire i peli. I cani che sono entrati in contatto con le processionarie presentano una improvvisa e intesa salivazione provocata dall’infiammazione che interessa istantaneamente la bocca ma può estendersi anche a esofago e stomaco.

processionaria foto da wikipedia

Altri sintomi sono la perdita di vivacità, la febbre, il rifiuto del cibo, il vomito e la diarrea (che può essere anche emorragica).

Ma i danni maggiori si registrano al livello di bocca e naso. Entrando in contatto con la lingua, i peli della processionaria irritano gravemente i tessuti fino a portare, in alcuni casi, alla perdita di porzioni di carne. Nelle circostanze più gravi la lingua può ingrossarsi fino ad arrivare a soffocare l’animale.

Il padrone del cane entrato in contatto con la processionaria deve subito lavare la bocca dell’animale con una soluzione di acqua e bicarbonato che si consiglia di spruzzare direttamente nel cavo orale con una siringa senza ago. In seguito è consigliabile far visitare il cane da un veterinario, per accertarsi che non vi siano conseguenze più gravi e non ancora manifeste.

leggi anche
processionaria foto da wikipedia
All'attacco
Boissano, il sindaco ordina la lotta alla processionaria del pino
Borghetto Cartello Processionaria Pino
Passaparola
“Attenzione, pino con processionaria”: a Borghetto cartelli fai da te per segnalare le piante infestate
processionaria
Ordine
Anche a Finale un’ordinanza contro la processionaria del pino
processionaria foto da wikipedia
Guerra
Loano, il sindaco Pignocca ordina la lotta alla processionaria del pino

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.