IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie D: equilibrio tra le savonesi, Carcare in pericolo

Savona. Terza giornata di playoff e playout nella Serie D di pallavolo maschile lo scorso weekend in Liguria; se la sfida per la salvezza vede ora lanciatissima la Luni project, in ottica promozione colpisce l’allungo della Santa Sabina, aiutata dai risultati delle altre squadre rivali.

Il team di Genova, infatti, ha espugnato il campo di Albenga, superando i Barbudos in cinque set; bottino diviso tra le due società, quindi, al termine di una gara molto combattuta ed equilibrata, che nella prima metà aveva visto una prevalenza dei Barbudos, poi rimontati e schiacciati nella quinta frazione (25-22, 25-23, 18-25, 17-25, 12-15). I due punti sono sufficienti alla Santa Sabina per rimanere in testa, mentre per Albenga questo è il primo punto conquistato nei playoff.

L’Avis Futura Bertoni, che era appaiata alla Santa Sabina in vetta dopo due giornate, non solo non approfitta del rallentamento degli avversari, ma cede a Lavagna in quattro set, dando via libera alla Admo per una possibile rimonta. Match in bilico dopo due set, la Admo accelera nella quarta frazione, per poi contenere i tentativi di rimonta dell’Avis nel set decisivo, conquistando così la prima vittoria nelle due gare disputate (25-17, 21-25, 25-8, 25-20).

A Loano i padroni di casa portano a termine una buona gara, lunga e faticosa (22-25, 31-29, 25-20, 25-21), oltre che equilibrata, e conquistano i primi tre punti dei playoff contro Celle Varazze volley, team anch’esso inchiodato a quota 3. La classifica del girone è ora molto equilibrata e vede una grande possibilità di fuga per la Santa Sabina, in piena corsa per la promozione in Serie C.

Ma la Serie D adesso è anche lotta per non retrocedere, una lotta che la Luni Project sta sicuramente vincendo; il team dell’estremo Levante è al primo posto della classifica del girone, con tre punti sulla più vicina inseguitrice, e anche sabato ha ottenuto una vittoria casalinga contro una rivale diretta; tre set sono bastati per piegare l’Olympia, ora al quarto posto della classifica, e confermare la leadership.

Rallenta il team de I Golfi Alassio-Diano, che cede in trasferta sul campo del Rapallo (25-17, 15-25, 24-26, 25-17, 15-11) dopo cinque set combattuti ed equilibrati; gara lungamente in bilico, con il quinto set a sancire la divisione della posta in gioco e ad avvicinare le due società contendenti in classifica.

Netta la vittoria della Villaggio volley, che così si stacca dalla zona più difficile della classifica, lasciando invece invischiata il Maremola volley; il netto tre a zero (25-19, 25-14, 25-16) si concretizza in un buon dominio dei padroni di casa, che a Chiavari sfruttano la marcia in più del tifo per garantirsi la permanenza in Serie D.

Quarta vittoria casalinga della giornata è stata quella della Zephyr trading La Spezia, che ha sconfitto 3-0 l’Avis Carcare. Il match, a dispetto dell’esito dei set, è stato forse il più equilibrato della giornata, caratterizzato da parziali importanti: 27-25, 25-21, 32-30. Questi sono i primi tre punti che la Zephir incassa in classifica, mentre la sconfitta blocca al penultimo posto – pericolosissimo – l’Avis Carcare.

La Serie D farà ritorno con le sfide decisive per promozioni e salvezza dopo la pausa pasquale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.