Savona, in Sala Rossa un incontro interreligioso con cristiani, ebrei e musulmani - IVG.it
Confronto

Savona, in Sala Rossa un incontro interreligioso con cristiani, ebrei e musulmani

"Si tratta di un momento prezioso di confronto e cammino comune, ancor più significativo dopo i tragici fatti di Bruxelles"

Sala Rossa Savona

Savona. Un evento inedito a Savona, più fedi si confrontano in un clima di amicizia: il dialogo come risposta alla violenza, al fanatismo, all’intolleranza.

Mercoledì alle 18, nella Sala Rossa del palazzo comunale in piazza Sisto IV a Savona (e non più come precedentemente annunciato nella sala conferenze della Provincia a causa di motivi logistici) si terrà l’incontro interreligioso “Dire oggi l’autenticità di Dio”.

“Si tratta di un’iniziativa molto importante, una novità assoluta per la città, ma soprattutto un momento prezioso di confronto e cammino comune, ancor più significativo dopo i tragici fatti di Bruxelles”, commentano dalla curia savonese.

L’idea nata dalla diocesi di Savona-Noli, in occasione degli eventi giubilari, è stata subito accolta con gioia e disponibilità dalle principali comunità religiose presenti sul territorio: ebrei, musulmani, ortodossi, protestanti (nello specifico la chiesa valdese-metodista) si sono così uniti ai cattolici nel preparare questo appuntamento denso di significati.

Moderati dal giornalista Marco Gervino, direttore de “Il Letimbro”, si confronteranno sul tema il teologo e parroco della Villetta don Giuseppe Noberasco, padre Gheorghita Andronic, della chiesa ortodossa rumena di Savona, Pawel Gajewski, pastore della Chiesa evangelica valdese e consulente teologico della Comunione di chiese protestanti in Europa, Giuseppe Momigliano, rabbino capo di Genova e delle Comunità ebraiche di Liguria nonché presidente dell’Assemblea rabbinica italiana, e Zahoor Zargar, presidente della comunità dei musulmani della Liguria e del Centro culturale islamico savonese.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.