Le due Albisole sempre più a braccetto: si pensa alla fusione dei Comuni? - IVG.it
All in one?

Le due Albisole sempre più a braccetto: si pensa alla fusione dei Comuni?

Era un tema in discussione già ai tempi dei sindaci omonimi Stefano Parodi e Lionello Parodi

Albisole. Il tema non è nuovo, ma è tornato d’attualità in questo periodo anche alla luce dell’idea avanzata da alcuni deputati, che hanno presentato una proposta di legge che prevede l’accorpamento dei comuni con meno di 5 mila abitanti.

Albissola Marina e Albisola Superiore non rientrano in questa casistica in quanto hanno più di 5 mila abitanti, ma ugualmente il tema della loro possibile “fusione” non passa mai di moda e torna ad essere oggetto di ragionamento in questi giorni e a seguito della presentazione del progetto riguardante il “Presepe degli Abissi”, iniziativa portata avanti in sinergia dalle amministrazioni comunali delle due cittadine.

La possibile fusione delle due Albisole era un tema in discussione già ai tempi di Stefano Parodi e Lionello Parodi, sindaci omonimi come quasi omonime sono le città da loro amministrate ormai diversi anni fa.

Ora, a seguito del lavoro svolto per mettere in cantiere il progetto del presepe di ceramica che dovrebbe trovare spazio sul fondale antistante i due comuni rivieraschi, ecco che il discorso torna di piena attualità.

“Non so se il tema sia l’unificazione – spiega Nicoletta Negro, assessore al turismo di Albissola – Il tema è unire le funzioni e spendere meno facendo meglio. Quindi possiamo chiamarla come vogliamo, ma di fatto le nostre due amministrazioni stanno già avviando questo processo”.

La sinergia riguarda diverse attività, portate avanti insieme con l’intento di ottimizzare e lavorare meglio: “Ci sono attività che facciamo insieme con una diminuzione dei costi e degli sprechi ottimizzando anche le energie degli enti pubblici e dei dipendenti. Non la chiameremo unificazione ma buonsenso forse sì. Quindi nell’ottica del buonsenso stiamo lavorando insieme”.

Ed ecco che allora la unificazione delle funzioni (incentivata dallo Stato proprio al fine di contenere i costi e migliorare i servizi) potrebbe essere il primo passo nella direzione della fusione vera e propria. Che nel giro di qualche anno potrebbe portare alla nascita di una città dall’improbabile nome di Albisole (ma senza pronuncia alla francese).

leggi anche
  • Battaglia
    No alla fusione dei piccoli comuni, Anpci: “Difenderemo la nostra storia e i nostri valori”
    mioglia
  • Progetto contestato
    Anci Liguria in difesa dei piccoli comuni: “No alla fusione”
    comune tovo san giacomo
  • Tutti insieme
    Accorpamento dei piccoli comuni: ecco cosa potrebbe accadere in provincia di Savona
    mappa popolazione comuni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.