Serie a1

La Carisa Savona supera le avversità e porta a casa un buon punto da Triesterisultati

L'indisponibilità del portiere titolare Antona e l'espulsione di Agostini a metà gara non abbattono i biancorossi

pallanuoto serie a1 bogliasco-savona

Savona. Secondo pareggio in campionato per la Carisa Savona che non impattava dal 10 ottobre, nella terza giornata, quando fu fermata sull’8 a 8 a Siracusa dall’Ortigia.

I biancorossi hanno portato a casa un punto da Trieste. Un risultato sofferto, al termine di una partita giocata senza il portiere titolare Antona, fermato dall’influenza. Tra i pali ha trovato spazio il giovane Missiroli, che si è ben difeso.

La Carisa poco prima di metà gara ha subito l’espulsione di Agostini e ad inizio della terza frazione si è trovata sotto di 2 reti. Ma ha saputo reagire, ottenendo un pareggio utile per consolidare la settima posizione che, a 6 turni dalla conclusione, è quasi in cassaforte. I savonesi nel prossimo turno, sabato 16 aprile alle ore 16, ospiteranno l’Acquachiara: in caso di successo l’aggancerebbero al sesto posto, in zona playoff.

Ad aprire le marcature nella piscina “Bianchi” è Pesenti, dopo 1’10”. Nelle fasi centrali del primo tempo raddoppia Milakovic. Il primo gol del Trieste arriva dopo 7’30”, segnato da Giorgi in superiorità.

Nel secondo tempo i locali pareggiano con Guimaraes. Pesenti riporta i biancorossi in vantaggio, ma poco dopo arriva la tegola del rosso ad Agostini per brutalità. Il Savona accusa il colpo. Elez e Guimaraes sul finire del secondo tempo e ancora Guimaraes dopo una trentina di secondi nel terzo spingono i giuliani sul 5 a 3.

La reazione della Carisa è affidata a Sadovyy che colpisce due volte e ristabilisce il pareggio. E a 20″ dalla fine del terzo tempo Colombo realizza il gol del +1 ospite. Trieste non ci sta e in avvio di ultima frazione Guimaraes completa il poker personale. Mistrangelo va a bersaglio; immediata la replica di Petronio. A 5’25” dalla fine il risultato è di 7 pari e tale resterà fino alla fine, dato che i tentativi di colpire ancora da ambo le parti non vanno a buon fine.

Il tabellino:
Pallanuoto Trieste – Carisa Rari Nantes Savona 7-7
(Parziali: 1-2, 3-1, 1-3, 2-1)
Pallanuoto Trieste: Jurisic, Podgornik, Petronio 1, Ferreccio, Giorgi 1, Giacomini, Popovic, Rocchi, Elez 1, Berlanga, De Freitas Guimaraes 4, Spadoni, Vannella. All. Stefano Piccardo.
Carisa Rari Nantes Savona: Antona, Alesiani, Pesenti 2, J. Colombo 1, L. Bianco, Cesini, Mistrangelo 1, Milakovic 1, G. Bianco, Agostini, Piombo, Sadovyy 2, Missiroli. All. Alberto Angelini.
Arbitri: Massimiliano Caputi (Roma) e Giovanni Lo Dico (Capaci). Delegato Fin: Enzo Carannante (Torino).
Note. Usciti per tre falli: nessuno. A 2′ dalla fine del secondo tempo è stato espulso per brutalità Agostini. Superiorità numeriche: Trieste 2 su 9 più 1 rigore realizzato, Savona 4 su 13.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.