Risorsa a km 0

Andora, un incontro sull’Auto Mutuo Aiuto

auto mutuo aiuto

Andora. Venerdì 18 marzo, dalle 17,30 alle 19,30, si terrà ad Andora, nella Sala polivalente di Palazzo Tagliaferro, un incontro aperto a tutta la cittadinanza per far conoscere il mondo dell’Auto mutuo aiuto. L’incontro ha il Patrocinio del Comune di Andora e dell’ASL 2 savonese, e la collaborazione dell’associazione SIAMA; parteciperanno membri dei gruppi per dare le loro testimonianze.

“Scopriremo insieme l’importanza di una risorsa ‘a km 0′ – spiegano gli organizzatori dell’associazione A.M.A.Li. – accompagnati dal Dottor Carlo Vittorio Valenti, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze dell’Asl 2 savonese e dalla Dottoressa Paola Varese Direttore SOC medicina ad indirizzo Oncologico Presidio Ospedaliero di Ovada ASLAL Piemonte. Questo momento vuole essere propedeutico, se ne avremo la richiesta in questa occasione, alla formazione di facilitatori nel territorio del ponente ligure”.

“Si è sentita l’esigenza di organizzare una pomeriggio dedicato all’Auto Mutuo Aiuto, per offrire un servizio di informazione sul territorio e far conoscere il più possibile una realtà a molti sconosciuta, che potrebbe risultare utile per affrontare un disagio, un problema, una dipendenza, e scoprire così, di essere una risorsa per sé stessi e per gli altri – continuano gli organizzatori – Speriamo che siano in molti a voler partecipare, per lavorare insieme, in sinergia, per promuovere l’ascolto e la relazione di aiuto e di auto aiuto, nella società in cui viviamo, attraversata da molte e difficili problematiche, alcune delle quali potrebbero essere rese più leggere, grazie alla diffusione di questa metodologia”.

Da sei anni l’Associazione A.M.A.Li.- Onlus, Associazione di Volontariato per il coordinamento dell’Auto Mutuo Aiuto in Liguria, opera sul territorio ligure fornendo servizi alla persona, attraverso la divulgazione dell’Auto Mutuo Aiuto. Questa risorsa è riconosciuta dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità come strumento per il recupero del benessere psico-fisico della persona e basa la sua efficacia sull’incontro fra persone diverse, accomunate per un periodo della loro vita, dalla stessa esperienza. Il metodo funziona attraverso la partecipazione a gruppi A.M.A., dove i membri sono legati dallo stesso tema e la partecipazione è gratuita; l’unica cosa chiesta è la volontà di stare meglio, di voler “uscire” dallo stato di sofferenza, attraverso l’ascolto, la condivisione, l’empatia, la fiducia, “regole” che si osservano nei gruppi A.M.A.

Obiettivi di A.M.A.Li. sono quelli di divulgare la metodologia A.M.A., formare i facilitatori, che sono persone che hanno vissuto l’esperienza sulla quale fonda il gruppo e l’hanno elaborata, quindi si mettono al servizio degli altri, proprio per facilitare i processi di condivisione e recupero, che avvengono attraverso il lavoro nel gruppo. Gli ambiti di applicazione sono: dipendenze, lutto, malattie fisiche e psichiche, separazioni, ecc.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.