L'operazione

Alla piattaforma Maersk in arrivo 19 gru dalla Finlandia

La flotta di mezzi da banchina sarà completata con un terzo ordine, il prossimo anno, per l’acquisto di una quinta STS

Sopralluogo piattaforma Maersk

Vado Ligure. Ben 19 gru ovvero del modello “shuttle carriers” verranno impiegate nella futura piattaforma Maersk a Vado Ligure. Sono state ordinate dall’Apm Terminals alla  finlandese Kalmar.

Si tratta di mezzi dotati di un avanzato sistema di rigenerazione dell’energia che consentiranno una riduzione prevista del 30% del consumo di combustibile nonché una riduzione nelle emissioni stimata in 50 tonnellate di anidride carbonica all’anno per ciascun mezzo rispetto alle convenzionali macchine diesel-elettriche. Il valore della commessa dovrebbe aggirarsi intorno ai 20 milioni di euro.

L’ordine alla società finnica si aggiunge al contratto sottoscritto nell’ottobre dello scorso anno per la costruzione e consegna di 4 grandi gru STS (ship-to-shore) per il trasferimento dei contenitori da nave a banchina, e di 14ARMG (gru automatizzate da piazzale su rotaia). Le STS sono in grado di operare su navi da 18-20 mila contenitori. Questa commessa è stata affidata ai cinesi di Zhenhua Shangai (ZPMC), il più grande costruttore mondiale di macchine portuali. La flotta di mezzi da banchina sarà completata con un terzo ordine, il prossimo anno, per l’acquisto di una quinta STS e di altre 7 gru automatiche da piazzale.

Nel frattempo continua la costruzione del nuovo terminal che sarà operativo nel gennaio del 2018 per un investimento da oltre 150 milioni di euro. Altri 300 milioni di euro sono stati resi disponibili dall’Autorità Portuale di Savona Vado Ligure attraverso varie forme di finanziamento, tra cui fondi statali e mutui con la Banca Europea degli Investimenti.

leggi anche
maersk, glf, grandi lavori finconsilt
Conferenza dei servizi
Maersk, primo esame per la variante al progetto: attesa per la valutazione ambientale
vado nencini maersk
Cambiamenti
Vado, minoranza all’attacco su Maersk: “Cosa la facciamo a fare?”
piattaforma vado
Attenzione
Piattaforma di Vado, Di Tullio: “Necessario tutelare anche le nostre spiagge”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.