Sofferenza e pareggio, il Savona conquista un punto a Santarcangelo
Lega pro

Sofferenza e pareggio, il Savona conquista un punto a Santarcangelorisultati

Savona. Un gol per parte, un punto per parte: si conclude così Santarcangelo – Savona, gara odierna del campionato di Lega Pro. Sfida importante per il Savona Fbc, che deve recuperare punti e posizioni nella disperata lotta salvezza, con una classifica pesantemente compromessa dalle penalizzazioni. A Santarcangelo la gara era di quelle importanti.

Savona al via con Falcone, Placido, Pasqualini, Cabeccia, Lebran, Lulli, Bationo, Taddei, Cocuzza, Palumbo, Morra, l’undici scelto da mister Riolfo per tornare a punti. Squalificato Vannuncci, infortunati Carta e Virdis, gli striscioni scendono in campo con la divisa arancione; nota importante esordio di Placido a destra in difesa. Il Santarcangelo risponde con Nardi, Castellana, Rossi, Gerli, Mori, Capitanio, Ilari, Valentini, Guidone, Venitucci, Margiotta. Trecento spettatori circa al Valentino Mazzola, dove dirige De Tullio di Bari, sotto una pioggia battente che ha prevalso per quasi tutti i novanta minuti dell’incontro.

Il primo tempo trascorre con alterne vicende, pochi veri sprazzi e una leggera predominanza del Santarcangelo, in diverse occasioni al tiro, capace di impegnare Falcone. Il Savona, invece, non ha mai impensierito davvero il portiere avversario Nappi, in una frazione di gioco che si dimostra tutto sommato priva di grandi momenti.

L’emozione principale forse è stata la rete annullata a Morra per fuorigioco, dopo nove minuti; buona la costruzione di gioco, ma l’occasione è vanificata dalla posizione non regolare del calciatore savonese.

Il Savona ci riprova al 36’ con Lulli, ma risponde Lebran che impegna di testa Falconer.

Ma è il Santarcangelo a fare il gioco con maggior insistenza in questa frazione di gioco; da segnalare indubbiamente l’occasione del 39’, quando è Guidone ad andare al tiro da posizione vantaggiosa, ma Falcone, in giornata di grazia, para e mantiene lo 0-0.

Con Riolfo decisamente nervoso, spesso in piedi e protagonista di un paio di battibecchi con arbitro e assistenti, sul finire del primo tempo è ancora il Santarcangelo a farsi vicino alla rete: Venitucci approfitta di un’indecisione della difesa e tira alto.

La ripresa comincia con il Santarcangelo in avanti e nei primi minuti va al tiro in tre occasioni; evidenti le difficoltà e le confusioni della difesa savonese, che lascia troppo spazio agli attaccanti avversari. Al terzo minuto, infatti, Falcone compie un vero miracolo su Margiotta, neutralizzando un colpo di testa ravvicinato e impedendo ai padroni di casa di passare in vantaggio; ancora occasione al quinto minuto e sempre Falcone a parare.

La gara sembra accendersi proprio nel secondo tempo, anche se questo comporta un dominio ancora più marcato per il Santarcangelo.

Margiotta ancora al tiro al decimo, Falcone impegnato e bravo a impedire la rete dei padroni di casa, incoraggiati dalla tifoseria. Risponde poco dopo Morra, che impegna Nardi e dimostra che il Savona non cede alla pressione e non si rassegna al gioco difensivo.

Gli Striscioni crescono. Al 65’ infatti è il Savona ad andare al tiro, su una punizione diretta, ma Nardi neutralizza; la gara si fa anche un poco più nervosa, con Battiono e Cabeccia che collezionano un cartellino giallo.

Al 76’ Palumbo porta il Savona in vantaggio; un po’ a sorpresa, nonostante il momento positivo di crescita per i ragazzi di Riolfo, il colpo di piatto dal limite dell’attaccante in rosso sigla una rete importantissima per gli equilibri della partita. Nulla da fare per Nardi, che si era ben comportato fino a quel momento, anche se non troppo impegnato.

Falcone s’innalza alla gloria all’ottantunesimo minuto, quando allunga un piede in uscita e arresta Guidone con una parata inattesa, mentre il pubblico di casa già grida al goal. La difesa savonese sembra titubare, ma grazie al portiere riesce a chiudere in più di un’occasione.

L’insistenza dei padroni di casa, però, va a buon fine dopo 84 minuti: Guidone, decisamente l’attaccante più impegnato del Santarcangelo, riesce a insaccare di testa su un lungo cross, superando finalmente Falcone. L’attaccante del Santarcangelo, già decisivo sette giorni fa, si dimostra in forma crescente.

Occasione per il Savona con Cocuzza tre soli minuti dopo il pareggio, ma il biancoblu è in netto fuorigioco. Il pressing finale è del Santarcangelo, ma non riesce a creare nessuna occasione di rilievo, prima del fischio finale del signor De Tullio.

Punto importante per entrambe le squadre, decisivo per nessuna delle due; il Savona continua a costruire una speranza di salvezza, confidando anche in un alleggerimento delle penalizzazioni entro la fine della stagione.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.