IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie C femminile: Loano ha la meglio sull’Alassio risultati

Cestistica Savonese a 4 punti dalla vetta

Loano. Il girone ligure di Serie C femminile, in questa stagione integrato con le compagini Under 20, volge al termine. Restano da disputare 11 incontri, poi il campionato sarà terminato e sarà tempo di playoff.

Ferma per riposo la capolista Girls Golfo dei Poeti, la terzultima giornata dell’andata ha visto la Cestistica Savonese riportarsi a -4 dalla vetta. Le biancoverdi hanno conquistato la dodicesima vittoria stagionale imponendosi per 63 a 68 sul campo dell’Ospedaletti, quarto in classifica. Per le ragazze guidate da Antonio Ghione è il quinto successo di fila, dopo il doppio passo falso contro le spezzine.

Nel frattempo, in casa savonese la concentrazione è rivolta alla prima squadra, pronta ad affrontare playoff di Serie B. Ed è di poche ore fa la notizia che gara 1 dei quarti di finale tra Libertas e Cestistica è stata anticipata alle ore 21 di venerdì 26 febbraio.

Il Loano ha rafforzato la quinta posizione piegando l’Alassio per 56 a 37. Brutto inizio per le padrone di casa con errori imbarazzanti in attacco, con semplici conclusioni dall’esito improponibile. Alassio, approfittando della scarsa vena realizzativa loanese, riesce a mettere il naso avanti nel punteggio (4-6), anche se sarà l’unica volta che ci riuscirà nell’intero arco della partita. Le loanesi con un piccolo break riescono a chiudere avanti nel punteggio la prima frazione. Nel secondo quarto le rosanero trovano l’arma decisiva per chiudere la partita dalla panchina, con la giovanissima Valeria Zappatore, classe 2000, che realizzando ben 10 dei suoi 12 punti complessivi spacca la gara in due. Gli ultimi due quarti non hanno molto di interessante da proporre, se non l’ulteriore e definitivo allungo locale propiziato da Lanari che, con 5 punti consecutivi, di cui una tripla, contro la difesa a zona delle alassine, porta il punteggio sul 47-26. Nell’ultimo quarto spazio per tutte le under presenti, Russo, Cavallaro e Bossolesi, quest’ultima all’esordio assoluto in prima squadra.

L’Alassio, reduce dalla vittoria a Genova, ha pagato l’assenza di ben quattro giocatrici, due delle quali erano in panchina ma non sono entrate per infortunio. “Non potevamo chiedere di più viste le assenze e in alcuni frangenti abbiamo difeso molto bene però siamo mancate a livello offensivo attaccando staticamente – dicono i dirigenti dell’Alassio -. Speriamo di recuperare presto le giocatrici infortunate ma, in ogni caso, quelle scese in campo hanno dato il loro contributo e cresceranno nelle prossime partite”.

“Nota positiva anche questa volta – afferma Vincenzo Iannuzzi -, è che siamo riusciti a segnare con ben otto giocatrici, caratteristica che potrebbe ritornarci davvero utile nel prosieguo del campionato. Ora ci attendono due partite, in casa contro Cestistica e a Lavagna, che ai fini della classifica non conteranno, ma che mi auguro, serviranno alla mia squadra, per arrivare ai playoff con una condizione, soprattutto mentale, migliore di quella mostrata in questo ultimo scorcio di stagione”.

Pallacanestro Loano – Pallacanestro Alassio 56-37
(Parziali: 16-9; 36-20; 47-26)
Pallacanestro Loano: Bellenda 6, Rumbolo 2, Tassara 9, Lanari 14, Casto, F. Zappatore 5, Russo, V. Zappatore 12, Cavallaro, Maggioni 6, Malacarne 2, Bossolesi. All. Iannuzzi.
Pallacanestro Alassio: Argenta, Benso, Bogliolo 8, Bordonaro, Cunese, Ellena 6, Gasparotto, Munerol 8, Re 8, Vittone 7. All. Ciravegna.

A Chiavari una combattiva Aurora deve cedere il passo di fronte alla terza forza del torneo, l’Audax San Terenzo, che viola il PalaCarrino replicando quasi lo scarto della gara di andata. Eppure stavolta le ragazze del tandem Migliazzi-Straffi riescono a mantenere la scia delle avversarie per tre quarti, anche grazie all’esordio tra le loro fila della poliedrica Eliana Carbonell, che si è ritagliata uno spazio per il basket giocato. Elena Ortica e Giorgia Cassese sono state a livello realizzativo le più in vista tra le gialloblù.

Aurora Basket Chiavari – Audax San Terenzo 40-59
(Parziali: 11-14; 25-29; 34-40)
Aurora Basket Chiavari: Bonini 7, Canepa, Carbonell 7, Cassese 8, Diana, E. Ortica 8, I. Ortica 1, Ostigoni 3, Segale, Vaccaro 6. All. Migliazzi.
Audax San Terenzo: Marcenaro, Pescetto 11, Persia 6, Canova 24, Gili 16, Lucignani, Colotto, Conselmo, Del Carria 2, Russo 2. All. Rossi.

Incontro combattuto tra Polysport Lavagna e Sidus Life & Basket Genova, le due squadre che chiudono la graduatoria. Così com’era accaduto all’andata, hanno prevalso le biancoblù con 4 punti di scarto; questa volta però senza overtime.

Ottimo l’avvio delle genovesi che con un 7 su 8 ai liberi e la generosità delle entrate in uno contro uno chiudono il primo quarto avanti di 6. Nel secondo la Sidus cala nel rendimento offensivo, giocando in modo frettoloso e poco disciplinato, esponendosi a dei veloci ribaltamenti. Nella terza frazione di gioco la squadra ospite esprime la migliore difesa della stagione: determinazione, forza, unità, concentrazione e aggressività. Lavagna si affida alla capitana Di Antonio, che segna 6 dei 7 punti della frazione, tra tiri che non prendono il ferro, palle perse, infrazioni di 24” e minuti di sospensione chiamati da Terribile. Saturnino vive un ottimo momento, segnando una serie di quattro canestri e scaricando un magnifico assist per Gatto. La Sidus archivia il terzo quarto in vantaggio di 2. Nell’ultimo tempo cali di lucidità in attacco inducono le genovesi a precipitare le soluzioni. Lavagna mette in atto una difesa a tutto campo e costringe la Sidus a qualche palla persa, o a una rimessa laterale senza passaggio o ancora a qualche errore tecnico di passi di partenza per avere male controllato i piedi perni sotto pressione. La Sidus resta in partita, sostenuta dall’asse Saturnino-Gatto, ma l’assist per la seconda trova l’unico tre secondi fischiato nella gara. A poco più di un minuto dal termine Devoto trova un canestro rocambolesco ed inaspettato, ad un niente dal termine dei 24”. Lavagna sbaglia dei liberi, ma non fallisce una bella entrata in dolce sottomano in allungamento (più fallo e tiro libero) a 50 secondi dalla fine. Un tiro libero di Saturnino riduce le distanze, ma il successo è della Polysport.

Polysport Lavagna – Sidus Life & Basket Genova 42-38
(Parziali: 8-14; 23-22; 30-32)
Polysport Lavagna: Arzeno 13, Cicala 4, De Matteo ne, Devoto 2, Di Antonio 13, Figari ne, B. La Cava ne, S. La Cava ne, Primavori 1, Raggio ne, Rodriguez 9. All. Terribile.
Sidus Life & Basket Genova: Cambiaso ne, Daneri, Di Chiara 2, Gatto 13, Marelli, Mercole 6, Pieri 4, Saturnino 10, Sobrero, Zichinolfi 3. All. Roncarolo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.