Dubbi e speranze...

Primarie Pd 2016, il sindaco Berruti scettico: “Auspico il ‘clima milanese’, ma i timori restano”

Savona. “Mi pare che le primarie siano assodate e quindi si faranno. Spero che si possano svolgere più che nel clima ligure dell’anno scorso in quello milanese di quest’anno. Tuttavia ho qualche timore, in quanto ho vissuto in prima persona la vicenda che ci ha portato alla sconfitta delle scorse elezioni regionali…Mi auguro di essere smentito dai fatti. Anche per questo ho sposato la linea della ricerca di un candidato sindaco unitario”. Lo ha detto questa mattina il sindaco di Savona Federico Berruti, commentando la decisione dell’assemblea comunale del Pd di organizzare le primarie per la scelta del candidato sindaco alle prossime elezioni comunali.

“Prevale nel Pd l’idea che le primarie siano un evento costitutivo del partito e della nostra identità: vanno celebrate nel modo più serio e costruttivo possibile, affinché come avviene in queste ore a Milano si possa poi costruire una nuova unità per vincere le elezioni comunali e confermare il centro sinistra alla guida della città” aggiunge il primo cittadino savonese.

E sulla volontà di approdare a primarie di coalizione: “Un auspicio che condivido – dice Berruti -. Ho lavorato in questi 10 anni per conservare una coalizione molto ampia che non stride con la vocazione maggioritaria del Pd. Il fatto che le primarie si aprano anche ad altri partiti del centro sinistra è un fatto positivo, per il Pd e tutta la città”.

Entrando nel merito della sfida che si profila alle primarie, il sindaco non nasconde la sua posizione: “Livio Di Tullio è una persona che stimo e apprezzo e con lui ho un rapporto di sincera amicizia. Ai savonesi , però, sarebbe utile proporre un progetto politico-amministrativo nuovo: io stesso 10 anni fa venivo da una realtà diversa e credo che quando finisce un ciclo sia giusto ricominciare, sostenendo un corso alternativo e di innovazione. Ma questa è la mia opinione personale…” precisa il sindaco Berruti.

“Se i candidati favoriti saranno Livio Di Tullio e Cristina Battaglia credo che siamo messi bene…E cadremo in piedi! Due persone competenti e preparate, che possono fare il bene il sindaco di Savona. L’importante è evitare una campagna elettorale lacerante, lavorando invece su contenuti e programma”.

“Credo che il Pd unito, con la capacità di avere assieme altre forze politiche e liste civiche, possa tranquillamente vincere le prossime elezioni a Savona” conclude.

leggi anche
palazzo sisto comune
Conferme
Primarie, anche Barra a Sinistra soddisfatta: “Una grande occasione di partecipazione”
UDC si schiera con Berruti
Alleanze
Savona 2016, l’UDC dise sì alle primarie di coalizione: “Elaboriamo un programma comune”
maurizio ferrara idv
Condizioni...
Primarie 2016, l’Idv: “Pronti a collaborare, ma rispetto per gli alleati”
partito democratico
Regolamento
Savona 2016, primarie Pd il 13 Marzo: apertura alla coalizione
palazzo sisto savona
Idee
Savona 2016, Giuliano Arnaldi punta alle primarie del Pd: ecco il suo programma elettorale
Giuliano Arnaldi
A sorpresa
Savona 2016, nuovo sfidante per Di Tullio e Battaglia: Giuliano Arnaldi si candida alle primarie
Livio Di Tullio - fascia tricolore
Risiko
Savona, prosegue la guerra per le primarie nel PD: “offerte” a Di Tullio perché rinunci?
savona palazzo sisto
Dissenso
Savona 2016, Rete a Sinistra dice no alle primarie: “Replica del disastro delle regionali”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.