IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pd Albenga, varata la nuova segreteria

Guerra: "Tanti volti nuovi hanno scelto di abbracciare il Pd: 180 iscritti al circolo di Albenga non sono un caso"

Più informazioni su

Albenga. E’ stata costituita nella serata di lunedì, a temine di un’assemblea degli iscritti molto partecipata e alla presenza del Sindaco Cangiano, la nuova segreteria del Partito Democratico di Albenga.

Il neo eletto segretario Emanuela Guerra si potrà avvalere di una segreteria forte che vede nuovi ingressi e alcune conferme. Entrano a far parte della segreteria alcuni volti nuovi: Eleonora Molineris, avvocato e consigliere comunale, fresca di iscrizione al Partito Democratico (insieme ai consiglieri Maurizio Arnaldi ed Emanuela Picasso), Gabriella Altare, insegnante e responsabile del settore scuola a livello provinciale, Laura Gallizia, operatore turistico, Renato Lucarelli, geologo e già responsabile della segreteria albenganese, Tiziano Pollio, componente del cda dell’Ester Siccardi, che vanno ad aggiungersi all’esperienza di Franco Presburgo, Romano Minetto, e, per la parte organizzativa, a Mauro Testa e Vanni Timo. Confermato il tesoriere Carlo Basso.

“Una nuova squadra che traguarda i due anni dell’amministrazione Cangiano, con l’obiettivo di mettere al centro le idee nate e confluite nel programma elettorale e con l’obiettivo di governare processi futuri” spiega il segretario Emanuela Guerra che potrà contare su una “squadra” robusta, mix di esperienza e rinnovamento.

“Grazie a queste premesse tanti volti nuovi hanno scelto di abbracciare il Partito Democratico partendo dalle proprie precedenti esperienze: 180 iscritti al circolo di Albenga non sono un caso, ma la volontà di crescere ed aprirsi alla società civile”, conclude Guerra.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.