IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le piante e i fiori della Riviera savonese al Festival di Sanremo

Ponente. Saranno le piante e i fiori della Riviera ad accogliere gli ospiti e il pubblico del sessantaseiesimo Festival della Canzone Italiana che si svolge al Teatro Ariston di Sanremo da martedì 9 a sabato 13 febbraio. Fioriture in vaschette verranno disposte all’ingresso e sul red carpet dell’Ariston: elleboro coltivato dall’Istituto regionale per la floricoltura di Sanremo, piante di gazania da Vallecrosia, margherite, ranuncoli e aromatiche che provengono dalla piana di Albenga in un gioco di colori e di profumi a rappresentare una delle attività economiche della Liguria e la Liguria stessa.

“Purtroppo, per motivi di riprese televisive, anche quest’anno i nostri fiori recisi non ingentiliranno il palco dell’Ariston, come accadeva in passato, ma solo alcune sale come quella dedicata alla stampa – spiega Gerolamo Calleri, presidente di Coldiretti Liguria che organizza l’iniziativa assieme all’Associazione piante e fiori d’Italia – Per questo abbiamo pensato di essere presenti con piante in fiore coltivate nella nostra terra e collocate proprio dove il Festival dà il benvenuto”.

I fiori liguri, benché esclusi dal palco per motivi di scenografia, saranno anche presenti negli oltre ottanta bouquet che verranno consegnati alle ospiti, in molte sale (come quella dedicata alla stampa) e sulle tavole del roof garden, dove lunedì sera si svolgerà una cena di gala completamente a base di prodotti alimentari e ortofrutticoli della Liguria. Per i fiori recisi, la scelta è caduta su strelitzie, anemoni, papaveri, garofani, violaciocche, mimosa, margherite, calendule, ginestra, molte varietà di fronde verdi e naturalmente, i ranuncoli sanremesi. Tutti fiori coltivati in Riviera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.