IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ok per l’apertura del liceo musicale di Albenga. Vaccarezza: “La Regione c’è”

Il Consiglio regionale ha approvato il “Piano di dimensionamento della Rete scolastica e Piano dell’offerta formativa”

Regione. Albenga avrà finalmente il suo liceo musicale. A deciderlo è stato il consiglio regionale, che ieri ha votato e approvato il “Piano di dimensionamento della Rete scolastica e Piano dell’offerta formativa” delle scuole liguri con 18 voti favorevoli (maggioranza di centro-destra e Rete a Sinistra) e 9 voti astenuti (Pd e M5S).

L’attivazione di una sezione di liceo musicale presso il Liceo Statale “Giordano Bruno” di Albenga resta subordinata alla disponibilità di risorse di organico assegnate annualmente dall’ufficio scolastico regionale, ma il fatto che la Regione abbia voluto accogliere le richieste da più di un anno arrivano dal territorio rappresenta una “vittoria” per quanti sostenevano la sua istituzione.

Eppure la votazione che ha portato alla ratifica della prossima nascita del nuovo istituto superiore non è stata del tutto facile: come riferisce il capogruppo di Forza Italia Angelo Vaccarezza, infatti, la minoranza consiliare ha presentato un emendamento per “fermare la nascita del liceo musicale di Albenga. Ovviamente non hanno avuto fortuna. Questo per seimila buoni motivi: i nomi e i cognomi dei cittadini che hanno firmato per chiedere il liceo musicale. L’emendamento Vaccarezza che ne sanciva l’istituzione è rimasto attivo, lo abbiamo portato avanti noi e noi lo regaleremo alla città delle torri. Il vento è cambiato davvero e la Regione ora c’è”.

Oltre all’apertura del liceo musicale ad Albenga, il Piano prevede altri interventi per la provincia savonese. All’istituto comprensivo 3 di Savona è prevista l’attivazione di una nuova sezione di scuola dell’infanzia presso la scuola primaria “Astengo”. All’istituto Ferraris-Leon Pancaldo di Savona è prevista l’aggiunta di alcune opzioni all’articolazione “Conduzione del mezzo” da intendersi come correzione di mero errore materiale: tra queste l’opzione “Conduzione del mezzo navale” e l’opzione “Conduzione di apparati e impianti marittimi”.

Per quanto riguarda l’istituto comprensivo di Andora-Laigueglia, invece, è prevista l’attivazione di una sezione staccata della scuola secondaria di primo grado “Benedetto Croce” di Andora presso il plesso della scuola “Badarò” in via dei Chà subordinatamente alla disponibilità di risorse di organico assegnate annualmente dall’ufficio scolastico regionale.

Un grande risultato per il territorio. Il  provvedimento – ha dichiarato il Capogruppo – è passato con i voti della maggioranza compatta e coesa e con l’unico voto della minoranza da parte del Consigliere di Rete A Sinistra Gianni Pastorino, che ringrazio pubblicamente.  Nei giorni scorsi il documento era già passato al vaglio della seduta della III Commissione; in quella sede lo avevo emendato, inserendo la richiesta di attivazione dell’indirizzo scolastico nel capoluogo ingauno”.
“Ieri durante il Consiglio il Pd e il M5S hanno presentato un ordine del giorno che ne rimandava la decisione sull’apertura alla Provincia di Savona. Richiesta inaccettabile. Forza Italia si è schierata contro il  Piano di dimensionamento scolastico della Provincia di Savona, documento dove non è stata espressa una preferenza tra le tre città che ne hanno chiesto l’attivazione. Non ha inoltre tenuto conto della posizione baricentrica del ponente di Albenga, che quindi risulta la più idonea”.
“L’attivazione di un liceo musicale nella città ingauna, infatti – ha continuato il Capogruppo – riequilibra  il rapporto tra  domanda e offerta formativa nell’intero territorio della Liguria, in modo tale da dare una risposta agli studenti che sarebbero altrimenti costretti a lunghe trasferte per usufruire dell’indirizzo.  Non dimentichiamo che in materia di attribuzione del liceo musicale è competente la Regione, e se aggiungiamo le 6.000 firme raccolte dai cittadini è chiaro il potenziale di utenza che avrà questo indirizzo scolastico. Che il vento in Regione sia cambiato davvero è sotto gli occhi di tutti, lo dimostrano il lavoro e  i risultati”.
“Stiamo facendo la differenza – ha concluso Vaccarezza –  abbiamo e avremo sempre a cuore il bene del nostro territorio. Quando si tratta dell’istruzione dei nostri ragazzi è un nostro preciso dovere battersi con tutti gli strumenti a nostra disposizione per raggiungere un risultato importante come questo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.