Fallimento Aeffe ad Albenga, Guarnieri ad Andreis: "Nessun attacco personale, non siamo come voi" - IVG.it
Rassicurazioni

Fallimento Aeffe ad Albenga, Guarnieri ad Andreis: “Nessun attacco personale, non siamo come voi”

andreis pd albenga

Albenga. “So benissimo che adesso non  mancheranno facili ironie e magari anche attacchi politici e personali. Sono pronto ad affrontarli”. Con queste parole l’assessore Alessandro Andreis paventava la strumentalizzazione politica, da parte delle minoranze, del fallimento della sua azienda (la Aeffe srl): per scongiurare questo rischio ed evitare “imbarazzi” alla propria giunta Andreis ha deciso di riconsegnare le deleghe al sindaco Giorgio Cangiano.

A “rassicurarlo” ci pensa però l’ex sindaco Rosy Guarnieri, oggi all’opposizione. “Non vogliamo essere buoni perché oggi è san Valentino – scrive – ma noi della Lega Nord siamo diversi da voi del PD. Questo è il messaggio rassicurante che vorremmo indirizzare alle preoccupazioni dell’assessore all’agricoltura e commercio Andreis del PD”.

“Noi siamo diversi – prosegue la leghista – perché contrariamente a quelli del PD sappiamo scindere le responsabilità personali da quelle politiche. Noi non siamo avvoltoi, non siamo cattivi al punto di stravolgere e manipolare cose o frasi dette, solo ai fini politici elettorali come in passato ha fatto e fa il PD”.

“Noi non siamo quelli che inventano fatti personali per mettere in difficoltà l’avversario politico, come siete soliti fare voi – conclude la ‘zarina verde’ – Assessore Andreis, si preoccupi degli amici di casa sua, non di noi. In bocca al lupo”.

leggi anche
alessandro andreis
Ringraziamento
L’assessore Andreis si dimette, Pd ingauno: “Dimostra di conoscere la virtù politica”
eraldo ciangherotti
Commento
Caso Andreis ad Albenga, FI: “Spiace, ma a fallire è questa amministrazione”
Mariangelo Vio Albenga
Sostituzione
Albenga, Mariangelo Vio assessore al posto di Andreis. Vincenzo Munì diventa consigliere

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.