Savona-Prato, Giancarlo Riolfo: "La rincorsa parte da qui" - IVG.it
Lega pro

Savona-Prato, Giancarlo Riolfo: “La rincorsa parte da qui”risultati

Lorenzo Tassi: "Il rigore è apparso a tutti dubbio"

Savona. Le domande in conferenza stampa, al termine della partita tra Savona e Prato, fanno immediatamente riferimento al convulso finale di partita.

Sarebbe meglio che non parlassi – ha detto mister Giancarlo Riolfo -. Sarebbe stata una partita che non meritavamo di pareggiare, specie a causa di un simile rigore. Nel primo tempo abbiamo giocato a sfavore di vento e siamo stati anche fortunati nei primi minuti. Nella riprea siamo stati più aggressivi e determinati, sfruttando di più gli esterni. E’ stato bravo Dell’Agnello a procurarsi il rigore e Virdis a segnarlo, perché dopo due rigori falliti era un tiro che pesava tanto“.

I ragazzi meritano di giocarsi la salvezza – ha continuato -. Nella sosta abbiamo lavorato bene, facendoci anche degli esami di coscienza. Ci sono stati tanti episodi negativi che ci hanno penalizzato. La nostra rincorsa alla salvezza parte di qui: dobbiamo essere ottimisti perché abbiamo le armi all’interno per poter fare bene, al di là dei rinforzi che arriveranno sul calciomercato”.

Arriva poi Lorenzo Tassi, sicuramente fra i migliori in campo, nonostante l’espulsione. “Il rigore è apparso a tutti dubbio – ha detto – e abbiamo protestato. Io mi trovavo lì davanti all’arbitro e probabilmente sono stato il capro espiatorio. Ci teniamo però i tre punti perché l’importante era vincere; si tratta ora di dare continuità ai risultati e prendere fiducia, perché abbiamo dimostrato che ci possiamo salvare”.

Infine, ecco il direttore sportivo Christian Papa. “La rincorsa parte da oggi – ha affermato -, perché, al di là del rigore, meritavamo di vincere per tenacia e volontà. Mi piace sottolineare le prestazioni di Steffè e Tassi, perché non ci sono altre squadre che giocano con un ’95 e un ’96 in quella zona del campo. Intanto è arrivato Rondanini, un giocatore di proprietà del Savona che ha sposato il nostro progetto tecnico e che ha dimostrato buone qualità, nonostante fosse la prima partita che giocava dall’inizio dopo un po’ di tempo”.

La vittoria ci potrà servire per le trattative in corso – ha continuato -, anche se non dovremo aver fretta, perché la fretta, spesso, è cattiva consigliera. Cerchiamo di attingere a giocatori anche di categoria superiore, che possano apprezzare il nostro progetto sportivo, anche alla luce delle novità societarie che ci potranno essere a breve. Ma intanto ci teniamo stretti quelli che ci sono, perché hanno dimostrato di essere tutt’altro che scarsi”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.